martedì 21 febbraio | 02:22
pubblicato il 17/giu/2014 11:21

Crisi: Venturi, siamo ancora nella palude ma possibile Italia nuova

(ASCA) - Roma, 17 giu 2014 - ''L'Italia e' ancora nella palude della stagnazione, ma s'intravedono i primi timidi segni positivi: qualcosa sta cambiando e ora un'Italia diversa e nuova e' possibile''. Lo ha detto il presidente di Confesercenti, Marco Venturi, nella relazione all'assemblea annuale dell'associazione sottolineando che ''siamo ancora nella palude, e' vero. Qualcosa, pero', sta cambiando''.

''Abbiamo la sensazione - ha spiegato Venturi - che un'Italia diversa e nuova e' possibile, un'Italia in grado di reagire e che puo' finalmente emergere, evitando il rischio del declino politico, sociale ed economico''.

Sul fronte economico, la fine del 2013 e l'inizio del 2014 ''sono stati ancora segnati dalla crisi - ha aggiunto - osservando, pero', che la crisi ''si sta trasformando in una fase di stagnazione''.

Per arrivare ad una ripresa ''vera e propria'', secondo Venturi, occorre ''rimuovere gli ostacoli che frenano la nostra crescita'', partendo da un rilancio del mercato interno.

eco/tmn

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pensioni
Pensioni, Boeri: pensare a giovani, alcuni privilegi da rivedere
Alitalia
Alitalia, Delrio: ci sono problemi seri, siamo preoccupati
Alitalia
Alitalia, sindacati: sciopero confermato, governo convoca azienda
Conti pubblici
Padoan: da migliori previsioni no impatto su manovra correttiva
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
Verona Fiere, Evoo Days, al via il primo forum per filiera olio
Turismo
Turismo, Alpitour amplia la rete su Andalusia e Costa del Sol
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
Onde gravitazionali, inaugurato a Cascina l'Advanced Virgo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia