mercoledì 07 dicembre | 20:16
pubblicato il 15/apr/2013 11:26

Crisi: Venturi (Confesercenti), ha bruciato 100 mld redditi per consumi

(ASCA) - Roma, 15 apr - ''La crisi ha bruciato quasi 100 miliardi di reddito disponibile per i consumi. Recessione e pressione fiscale continuano a distruggere redditi, lavoro ed imprese. Occorre voltare pagina al piu' presto''. Intervenendo a conclusione dei lavori della Assemblea della Confesercenti provinciale di Firenze, Marco Venturi Presidente nazionale dell'Associazione ha sostenuto la necessita' che ''si volti al piu' presto pagina per evitare che il 2013 si caratterizzi come l'ennesimo anno di dura recessione che sta distruggendo redditi e lavoro di famiglie ed imprese. Da nostre stime anche quest'anno, se non si esce da questo pericoloso immobilismo, si perderanno, nei soli nostri settori, altre 60 mila imprese, aggravando un bilancio che evidenzia una vera e propria ecatombe di Pmi avvenuta negli anni della crisi''.

Per Venturi ''un solo dato per ricordare quanto sia drammaticamente e pesante il consuntivo di questa lunghissima recessione: dall'inizio della crisi abbiamo assistito ad un tracollo del reddito disponibile delle famiglie che ha toccato nel 2012 picchi vertiginosi. Ecco i nostri calcoli: la perdita di reddito riflette in larga parte la caduta dell'occupazione, ma e' anche la conseguenza di misure che hanno condizionato le dinamiche economiche''.

L'entita' della perdita complessiva - per il presidente di Confesercenti - ''e' ben rappresentata sia dal Pil (quasi 103 miliardi in termini reali), sia dalla riduzione del potere d'acquisto delle famiglie (94 miliardi, con un taglio reale di quasi 4 mila euro per nucleo: in valori assoluti la forte erosione dei redditi e spesa delle famiglie e' davvero impressionante. Nel 2007 il potere di acquisto delle famiglie si attestava in termini reali a 987.314 milioni di euro. Nel 2010 scendeva a 944.391 e el 2012 calava a 893.129 (con una perdita appunto di poco piu' di 94 miliardi di euro). Nello stesso periodo, fatto spesso trascurato, i redditi da lavoro autonomo mostravano una contrazione di quasi 22 miliardi. La spesa delle famiglie ammontava nel 2007 a 863.100 milioni di euro per ridursi a 855.357 e nel 2012 a quota 819.812 ( con una flessione di oltre 43 miliardi di euro)''. red/glr

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Mps
Mps: Vigilanza Bce studia proroga fino a 31 gennaio
Banche
Ue multa Agricole, Hsbc e JPMorgan su cartello Euribor: 485 mln
L.Bilancio
L.Bilancio: Senato approva fiducia con 173 sì
Banche
I 5 requisiti necessari a un eventuale "salva banche" con l'Esm
Altre sezioni
Salute e Benessere
Robot indossabile ridà capacità di presa a persone quadriplegiche
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni