domenica 11 dicembre | 15:13
pubblicato il 24/feb/2014 17:04

Crisi: Unipolis, addio ceto medio, il 52% degli italiani si sente povero

Crisi: Unipolis, addio ceto medio, il 52% degli italiani si sente povero

(ASCA) - Milano, 24 feb 2014 - Addio ceto medio. Gli italiani si sentono sempre piu' poveri, in cima alle loro proccupazioni ci sono l'incertezza economica e la paura di perdere il lavoro, e ad aumentare il loro 'timore' verso il futuro cotribuisce anche l'instabilita' politica. Per dirla con Ilvo Diamanti, e' l'Italia della ''grande incertezza'' quella fotografata nel settimo 'Rapporto sulla sicurezza e l'insicurezza sociale in Italia e in Europa', realizzato per conto di Fondazione Unipolis da Demos&Pi e Osservatorio di Pavia e presentato questa mattina a Milano. Secondo lo studio, per il 73% degli italiani l'incertezza economica e' l'emergenza numero uno. Il 50% di loro ha come paura principale quella di perdere il lavoro. Ma e' soprattutto la consapevolezza di essersi progressivamente impoveriti e di non far parte della 'classe media' a caratterizzare lo stato d'animo degli italiani dopo 5 anni di crisi economica. L'85% ritiene che le distanze tra 'chi ha poco' e 'chi ha molto' sia parecchio aumentata negli ultimi dieci anni. Risultato? Per la prima volta, la maggioranza degli interpellati (il 52%) colloca la propria famiglia nella classe sociale 'bassa e medio bassa'. Appena otto anni fa, invece, il 60% degli italiani si considerava appartenente al ceto medio e soli il 28% tra i ceti medio - bassi. La societa' italiana, insomma, ''scivola verso il basso'' - sono ancora parole di Diamanti - e a farne le spese sono soprattutto i giovani: quasi il 60% degli italiani ha come sua principale 'paura' il futuro dei figli, al punto che la maggior parte delle persone (67%) e' convinto che emigrare all'estero sia la sola speranza possibile per i propri ragazzi. Ad alimentare ulteriore preoccupazione e sfiducia degli italiani c'e' poi la politica. Considerata incapace di risolvere la crisi e i problemi economici del Paese, la politica e' essa stessa diventata un fattore di insicurezza: il 68% si dichiara ''frequentemente'' preoccupato per ''l'instabilita' politica''. fcz/sam/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Petrolio
Scatta la prima stretta globale all'offerta di petrolio da 15 anni
Brexit
Dijsselbloem dice che dalla Brexit non nascerà una nuova "City" Ue
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Le tecnologie spaziali che aiutano la sostenibilità
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina