domenica 11 dicembre | 05:14
pubblicato il 05/set/2011 16:34

Crisi/ Torna panico in Europa,Milano -5% tensioni su bond Italia

Attività imprese al palo, paure di ricaduta in recessione

Crisi/ Torna panico in Europa,Milano -5% tensioni su bond Italia

Roma, 5 set. (askanews) - Lo spettro della recessione acquista consistenza e manda nuovamente a picco le Borse europee, mentre si ricreano tensioni sui rischi di debito in Europa che coinvolgono i titoli di Stato dell'Italia. Con Wall Street chiusa per la festività del Labor Day, tutta l'attenzione degli investitori si è concentrata sulle vacillanti piazze del Vecchio Continente, che hanno accusato il colpo di nuovi dati che hanno evidenziato rischi di un arresto della ripresa economica, se non appunto una ricaduta in recessione. L'indice Pmi tra i responsabili degli approvvigionamenti tra le imprese dell'area euro ha segnalato un nuovo indebolimento dell'attività ad agosto, ai minimi da due anni ed è ormai alla quasi stagnazione. In un quadro di accentuata volatilità nel pomeriggio i ribassi dei mercati europei sono nuovamente degenerati in vendite da panico, e nel pomeriggio a Milano l'indice Ftse-Mib è arrivato a cedere il 5,6 per cento. Pesantissime anche Parigi e Francoforte, entrambe con ribassi del 5 per cento, a circa un'ora dalla fine della seduta Londra cede il 3,4 per cento, mentre ad esacerbare l'allarmismo hanno contribuito i timori di problemi per le grandi banche europee finite nel mirino di indagini delle autorità Usa e Gb per presunti ruoli che avrebbero avuto nelle vendite negli anni scorsi di titoli finanziari a rischio, ad esempio quelli negli Usa legati ai mutui subprime. Il tutto ha innescato nuove pesanti cadute dei titoli bancari con sospensioni dagli scambi per eccessi di ribasso. Intanto il clima di tensione è tornato a penalizzare i titoli di Stato della penisola, provocando aumenti dei rendimenti che su queste emissioni si muovono nella direzione specularmente opposta al prezzo. Nel pomeriggio i tassi retributivi sui Btp decennali hanno raggiunto il 5,55 per cento, secondo Tradeweb. All'opposto la tensioni continua a premiare i titoli ritenuti più sicuri, come l'oro o le obbligazioni della Germania, i Bund, che specularmente vedono così i rendimenti calare, oggi a minimi storci dell'ordine dell'1,85 per cento. In questo modo è tornato ad ampliarsi il differenziale (spread) di rendimento tra Btp e Bund, sempre sulla scadenza decennale, è risalito oggi a 370 punti base. Materialmente significa che per trovare acquirenti i bond italiani devono offrire 3,70 punti percentuali di rendimento in più rispetto ai tedeschi. Intanto si accumulano tensioni anche sul mercato dei Cds (Credit default swaps), i contratti di assicurazione contro le insolvenze sui pagamenti nelle obbligazioni. Si esprimono in punti base e oggi i Cds sui bond italiani sono saliti a quota 417, segnando un nuovo picco: significa che costa 417 mila dollari assicurare bond italiani per 10 milioni di dollari. Aumenti si sono registrati anche sui Cds sulla Spagna, a 407 punti base, sulla Francia, a 180 punti base, e perfino sulla Germania, a 82 punti base. Intanto se la Bce è tornata ad aumentare i suoi acquisti di titoli di Stato dell'area euro, operazioni mirate volte a calmierare i segmenti sotto tensione, intervenendo ad un convegno a Parigi il suo futuro presidente, il governatore della Banca d'Italia Mario Draghi ha avvertito che non bisogna dare per scontati questi interventi. Soprattutto non sono un sistema per eludere i passi necessari per risolvere i problemi alla base della crisi: i deficit di bilancio, che provocano l'aumento dei debiti pubblici, e la cui correzione chiama in causa la responsabilità dei governi.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Francia
Francia, è penuria di tartufi e i prezzi volano alle stelle
Petrolio
Scatta la prima stretta globale all'offerta di petrolio da 15 anni
Brexit
Dijsselbloem dice che dalla Brexit non nascerà una nuova "City" Ue
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Le tecnologie spaziali che aiutano la sostenibilità
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina