lunedì 23 gennaio | 20:43
pubblicato il 13/nov/2014 12:02

Crisi, Squinzi: votare senza riforme fatte sarebbe un danno

Facciamo le prime riforme e facciamole bene

Crisi, Squinzi: votare senza riforme fatte sarebbe un danno

Roma, 13 nov. (askanews) - Votare "senza riforme fatte sarebbe un danno per il paese". Lo ha detto il presidente di Confindustria, Giorgio Squinzi, in occasione dell'assemblea di Unindustria. Per Squinzi occorre "fare le prime e necessarie riforme. Facciamole e facciamole bene - ha detto - senza abbassare l'asticella del compromesso". "Votare senza riforme fatte sarebbe un danno per il paese e non ci darebbe maggiore credibilità in Europa".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pensioni
Pensioni, Boeri: manovra fa aumentare debito
Commercio
Ricerca Nielsen, 87% di chi naviga in internet fa shopping online
Bce
Draghi: collaborazione Stati invece di "richiami a cupi passati"
Lavoro
Confindustria: dal 2014 occupazione cresce ma si ferma a metà 2016
Altre sezioni
Salute e Benessere
Digital Magics cede partecipazione in ProfumeriaWeb a Free Bird
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Tutti a Montefalco per l'Anteprima Sagrantino
Turismo
Alla scoperta di Piacenza con Sorgentedelvino Live
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Sugli sci trainati dal drone: arriva il droneboarding
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4