sabato 25 febbraio | 12:50
pubblicato il 29/ago/2014 13:51

Crisi: Squinzi, situazione drammatica. Anche quest'anno pil negativo

(ASCA) - Rimini, 29 ago 2014 - ''Siamo in una situazione che da un punto di vista economico considero drammatica''. Lo ha detto il presidente di Confindustria, Giorgio Squinzi, nel corso di un dibattito al meeting di Cl a Rimini. Secondo Squinzi il paese sta vivendo ''negli ultimi 20 anni al di sopra dei propri mezzi, sta distruggendo ricchezza e ha bisogno di una scossa''.

I primi due trimestri dell'anno non sono stati buoni e secondo il presidente di Confindustria, ''stiamo andando anche quest'anno verso un dato negativo. Non so se l'anno chiudera' con un -0,2/-0,3% ma la conclusione sara' negativa a meno di un miracolo''. Non sono mancate critiche al governo e soprattutto nei confronti della scelta del bonus di 80 euro che non ha prodotto risultati. Secondo Squinzi, un intervento sul cuneo fiscale per tagliare il costo del lavoro sarebbe stato piu' produttivo. ''Noi abbiamo detto - ha spiegato Squinzi - che non eravamo d'accordo con gli 80 euro. Un intervento sul cuneo fiscale sarebbe stato molto piu' produttivo in termini di crescita''. Su questo comunque, secondo il leader degli industriali, ''ci si puo' confrontare'', ma occorre ''tenere presente che in questo momento bisogna essere capaci di fare tagli e rinunce che vadano nella direzione di ricreare lavoro, perche' senza lavoro non rivedremo progresso sociale nel Paese''.

''Chi ci governa deve prendere decisioni dolorose che ci portino verso la crescita'', ha aggiunto Squinzi, secondo il quale gli italiani sono ''pronti a fare sacrifici purche' ci permettano di ritornare alla crescita''.

In questo momento, secondo Squinzi, c'e' ''una serie di riforme che vanno fatte, un lavoro gigantesco, per recuperare grande ritardo perche' non si e' fatto da troppi anni'' e questo ''si puo' fare a costo zero''. In Italia, per il leader degli industriali ''abbiamo bisogno di una riforma del lavoro, della Magistratura, abbiamo necessita' di certezza dei tempi diritto civile e penale che siano ragionevoli''.

red/int

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Alitalia
Alitalia, Ball: accordo con sindacati condizione imprescindibile
Banche
Rbs, in nove anni 60 mld di perdite e 45 mld di aiuti di Stato
Germania
Cina primo partner commerciale della Germania: scalzati Usa
Mediaset
Mediaset a Vivendi: esposto alla Procura fondato e documentato
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech