sabato 21 gennaio | 10:22
pubblicato il 08/giu/2013 12:00

Crisi/ Squinzi: Senza crescita rischio tenuta Paese

Mettercela tutta per evitare che succeda

Crisi/ Squinzi: Senza crescita rischio tenuta Paese

S. Maria Ligure (Genova), 8 giu. (askanews) - "Non avere la crescita, non avere opportunità di lavoro per i giovani comporta un rischio di tenuta per il sistema sociale del Paese". Lo ha detto il presidente di Confindustria, Giorgio Squinzi, a margine del convegno dei giovani imprenditori. "Penso - ha aggiunto riferendosi all'allarme lanciato ieri dal presidente dei giovani, Jacopo Morelli - che nelle piazze scenderanno coloro che non hanno il lavoro e che non vedono opportunità per il loro futuro". Secondo Squinzi quello affrontato ieri dai giovani imprenditori, che vogliono trasformare il rischio rivolta in una rivoluzione sociale ed economica attraverso le riforme, è "un discorso serio". E rispetto all'allarme lanciato dai giovani di Confindustria, Squinzi ha così concluso: "Dobbiamo mettercela tutta per evitare che questo succeda".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Alitalia
Alitalia, Messina: da tutti c'è volontà di risolvere situazione
Ue
Antonio Fazio: disoccupazione e povertà grandi mali d'Europa
Mediaset
Mediaset, P.S. Berlusconi: Vivendi? Se ne esce per vie legali
Agroalimentare
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4