domenica 22 gennaio | 03:03
pubblicato il 04/ott/2012 12:08

Crisi/ Squinzi: Scenario resta difficile, ora cambiare passo

Dobbiamo puntare ad un ritmo di crescita di almeno il 2% annuo

Crisi/ Squinzi: Scenario resta difficile, ora cambiare passo

Roma, 4 ott. (askanews) - Per l'economia italiana lo scenario futuro resta difficile, e per questo, ora, è necessaria una svolta. A chiederlo è il presidente di Confindustria, Giorgio Squinzi, intervenendo all'assemblea di Confitarma. "La crisi ci ha spinto in una fase recessiva - ha avvertito Squinzi - dalla quale fatichiamo ad uscire. I dati ci dicono che lo scenario per il futuro resta difficile, molto difficile". Ecco perchè "serve una svolta, dobbiamo agire", è l'appello lanciato dal leader degli industriali. Ora "è arrivato il momento di cambiare il passo in maniera decisa. Credo che l'Italia - ha assicurato Squinzi - abbia le potenzialità per tornare a crescere. Possiamo, anzi dobbiamo, essere ambiziosi e puntare ad un ritmo di crescita robusto, almeno il 2% annuo: è un traguardo difficile - ha concluso - ma non impossibile".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Carrefour
Carrefour annuncia 500 esuberi e i sindacati preparano scioperi
Alimenti
Obbligo di indicazione di origine sui latticini: ecco il vademecum
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4