giovedì 19 gennaio | 16:29
pubblicato il 19/set/2013 18:37

Crisi: Squinzi, per restare in serie A non bastano misure tampone

(ASCA) - Roma, 19 set - ''La crisi ci obbliga a ripensare il nostro sistema produttivo se vogliamo rimanere in serie A. Ci sono otre 150 casi di crisi aziendali: non possiamo pensare di risolverli solo ricorrendo a misure tampone''. Lo afferma il presidente di Confindustria, Giorgio Squinzi, intervenendo nel corso della presentazione di un libro in Senato.

Per Squinzi, ''dobbiamo uscire da questa visione miope che ci ha portato a considerare le politiche attive per il lavoro come un di piu' o una concessione, tanto da farne un serbatoio cui attingere indiscriminatamente quando mancano le risorse''.

Il leader degli industriali definisce la formazione come ''uno strumento essenziale per garantire la competitivita' delle imprese''. Per questo motivo, tagliare fondi alla formazione ''e' come tagliare il ramo su cui siamo seduti''.

drc/mau

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Fed
Fed, Yellen vede tassi al 3% alla fine del 2019
Petrolio
Petrolio, Aie rivede al rialzo domanda mondiale, cala offerta Opec
Ilva
Ilva, Laghi: in 2016 produzione +23% con 5,8 mln tonnellate
Netflix
Netflix, record di abbonati nel 4 trimestre, anche fuori dagli Usa
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ricerca, molti batteri presenti nel neonato vengono dalla madre
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella: in Usa il 10% della produzione di Amarone
Turismo
Da Bookingfax una App per riportare turisti in Agenzia di viaggio
Energia e Ambiente
Ambientalisti italiani in piazza per Trump
Moda
Moda, dopo Milano Brandamour apre uno show room anche a New York
Scienza e Innovazione
Immunoterapia, un libro sulla quarta arma contro il cancro
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
TomTom City, la piattaforma monitora il traffico in tempo reale