lunedì 27 febbraio | 22:00
pubblicato il 19/set/2013 18:37

Crisi: Squinzi, per restare in serie A non bastano misure tampone

(ASCA) - Roma, 19 set - ''La crisi ci obbliga a ripensare il nostro sistema produttivo se vogliamo rimanere in serie A. Ci sono otre 150 casi di crisi aziendali: non possiamo pensare di risolverli solo ricorrendo a misure tampone''. Lo afferma il presidente di Confindustria, Giorgio Squinzi, intervenendo nel corso della presentazione di un libro in Senato.

Per Squinzi, ''dobbiamo uscire da questa visione miope che ci ha portato a considerare le politiche attive per il lavoro come un di piu' o una concessione, tanto da farne un serbatoio cui attingere indiscriminatamente quando mancano le risorse''.

Il leader degli industriali definisce la formazione come ''uno strumento essenziale per garantire la competitivita' delle imprese''. Per questo motivo, tagliare fondi alla formazione ''e' come tagliare il ramo su cui siamo seduti''.

drc/mau

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Alitalia
Alitalia: liquidità al limite, tagli potrebbero salire a 400 mln
Generali
Intesa SanPaolo vola in borsa dopo no a Generali: mercato approva
Borsa
In bilico fusione Lse-Deutsche Borse, nodo mercato titoli Stato
Ue
Regioni: Lombardia la più competitiva in Italia, 143esima in Ue
Altre sezioni
Salute e Benessere
Malattie rare, Scaccabarozzi: 560 farmaci in sviluppo nel mondo
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Premio Ercole Olivario, in gara 174 etichette da 17 Regioni
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
E.ON:Per 6 italiani su 10 ideale per la casa è l'energia solare
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Fisica, Masterclass: 3000 studenti alla scoperta delle particelle
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech