domenica 22 gennaio | 22:12
pubblicato il 09/lug/2013 14:13

Crisi: Squinzi, meno incentivi e piu' misure su crescita e fisco

Crisi: Squinzi, meno incentivi e piu' misure su crescita e fisco

(ASCA) - Roma, 9 lug - Le imprese italiane non vogliono dipendere dagli incentivi, che non sono utili neppure per l'occupazione giovanile, ma chiedono misure per la crescita e il taglio del cuneo fiscale. Lo ha ribadito il presidente di Confindustria, Giorgio Squinzi, nel corso di un'audizione alla Camera.

''Non vorremmmo dipendere dagli incentivi, vorremmo partire da misure per rilanciare la crecita'' ha detto Squinzi secondo il quale e' necessario ''puntare sull'alleggerimento della pressione fiscale'' ed in particolare su ''un intervento forte sul costo lavoro di defiscalizzazione e di decontribuzione per recuperare i 10 punti di competitivita' persi rispetto agli altri Paesi Ue'' insieme al pagamento dei debiti della Pubblica Amministrazione.

fgl/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Nuove postazioni di telemedicina italiana no profit in Africa
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4