lunedì 23 gennaio | 18:06
pubblicato il 03/feb/2014 12:26

Crisi: Sangalli, pressione fiscale incompatibile con ripresa

(ASCA) - Roma, 3 feb - ''Il dato dell'Istat di oggi sulla diminuzione del reddito disponibile delle famiglie e la pressione fiscale che non accenna a diminuire ci fanno dire che, nella maniera piu' assoluta, non si deve derubricare ad ordinaria amministrazione quelle che sono le vere e proprie emergenze economiche e sociali del nostro paese: pressione fiscale incompatibile con qualsiasi prospettiva di ripresa, elevata disoccupazione, aumento dell'area di assoluta poverta'''. Questo il commento del Presidente di Confcommercio, Carlo Sangalli, a commento della nota dell'Ufficio Studi Confcommercio e dei dati diffusi oggi dall'Istat.

''In questa situazione - aggiunge Sangalli - le imprese del terziario stanno vivendo una crisi che sembra non finire mai e sono ormai stremate. Ecco perche' chiediamo al governo di avviare subito una certa, progressiva e sostenibile riduzione della pressione fiscale su famiglie e imprese''.

red/glr

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pensioni
Pensioni, Boeri: manovra fa aumentare debito
Commercio
Ricerca Nielsen, 87% di chi naviga in internet fa shopping online
Bce
Draghi: collaborazione Stati invece di "richiami a cupi passati"
Lavoro
Confindustria: dal 2014 occupazione cresce ma si ferma a metà 2016
Altre sezioni
Salute e Benessere
Digital Magics cede partecipazione in ProfumeriaWeb a Free Bird
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Tutti a Montefalco per l'Anteprima Sagrantino
Turismo
Alla scoperta di Piacenza con Sorgentedelvino Live
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Sugli sci trainati dal drone: arriva il droneboarding
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4