lunedì 05 dicembre | 09:56
pubblicato il 28/lug/2011 12:48

Crisi/ Sacconi: Non piegare le parti sociali contro Governo

Non si prestano ad una strumentalizzazione di questo tipo

Crisi/ Sacconi: Non piegare le parti sociali contro Governo

Roma, 28 lug. (askanews) - La cosa "peggiore, proprio per il ruolo degli attori sociali, è quello di strumentalizzarli, piegarli a un progetto politico contro questo governo o per un altro governo". Così il ministro del Lavoro, Maurizio Sacconi, ha detto al termine del Consiglio dei ministri commentando il documento proposto dalle parti sociali su un Patto per la crescita "Chi conosce le parti sociali - ha aggiunto - sa che non si prestano a una strumentalizzazione di questo tipo". Inoltre il ministro Sacconi commenta positivamente il documento sottoscritto da tutte le parti sociali che "pone come punto d'incontro tra tutti la richiesta di sostenere maggiormente la crescita. Ed è una cosa che noi condividiamo, che è nei contenuti della manovra". Crescita che per il ministro Sacconi "pone molte scelte. Si tratta di produrre convergenze in un clima di coesione sociale, e mi auguro anche di coesione politica - ha concluso Sacconi - è quello che noi stiamo cercando di promuovere sulla base di un punto fermo che è quello della manovra.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Cambi
Cambi, euro in calo sul dollaro ai minimi da 21 mesi
Titoli di Stato
Il rendimento del Btp 10 anni torna sopra il 2%
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari