lunedì 27 febbraio | 01:41
pubblicato il 17/set/2013 14:16

Crisi: Saccomanni ridadisce a Rehn impegno Italia per deficit al 3%

Crisi: Saccomanni ridadisce a Rehn impegno Italia per deficit al 3%

(ASCA) - Roma, 17 set - L'Italia ribedisce a Bruxelles l'impegno a mantenere il deficit all'interno del 3% del Pil.

Lo si legge in una nota del Tesoro al termine di un incontro del ministro dell'Economia, Frabrizio Saccomanni, con il vice presidente della Commissione europea e commissario agli Affari Economici e Monetari Olli Rehn, a Roma per un'audizione in Commissione Bilancio alla Camera, programmata da tempo nell'ambito dell'indagine conoscitiva relativa alle comunicazioni della Commissione di Bruxelles al Parlamento Europeo e al Consiglio ''Verso un'Unione economica e monetaria autentica e approfondita - Creazione di uno strumento di convergenza e di competitivita'; Coordinamento ex ante delle grandi riforme di politica economica previste''.

''L'incontro - si legge nella nota -, svoltosi nel quadro dei regolari e continui contatti tra Commissione e governi nazionali, e' stato un'occasione per uno scambio di vedute sulla situazione economica in Europa e in particolare nell'area dell'Euro. Il Ministro Saccomani ha fornito al Commissario alcune indicazioni preliminari sui lavori in corso per la predisposizione della Nota di aggiornamento al Def, che verra' discussa in Consiglio dei Ministri entro il 20 settembre, e della Legge di stabilita' 2014, confermando che in questi provvedimenti sara' ribadito l'impegno dell'Italia a contenere il deficit nel limite del 3,0% del Pil''.

Rehn, prosegue la nota, ''ha espresso apprezzamento per gli sforzi compiuti dal Governo italiano per sostenere l'attivita' economica rispettando nel contempo i vincoli europei. In questo contesto vi e' stato uno scambio di idee sulle leve a disposizione dei paesi membri non soggetti alla procedura per deficit eccessivo - come l'Italia - per assumere iniziative volte a favorire la crescita e l'occupazione''.

''Infine, conclude la nota del Tesoro, ''si e' parlato dell'iniziativa europea di cui si discute attualmente per facilitare l'accesso al credito delle piccole e medie imprese e per il quale ci si aspetta una decisione ambiziosa dal Consiglio Europeo di ottobre''.

com-sen/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Lavoro
Lavoro, Renzi: rivoluzionerò welfare con lavoro di cittadinanza
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech