sabato 10 dicembre | 18:04
pubblicato il 17/set/2013 14:16

Crisi: Saccomanni ridadisce a Rehn impegno Italia per deficit al 3%

Crisi: Saccomanni ridadisce a Rehn impegno Italia per deficit al 3%

(ASCA) - Roma, 17 set - L'Italia ribedisce a Bruxelles l'impegno a mantenere il deficit all'interno del 3% del Pil.

Lo si legge in una nota del Tesoro al termine di un incontro del ministro dell'Economia, Frabrizio Saccomanni, con il vice presidente della Commissione europea e commissario agli Affari Economici e Monetari Olli Rehn, a Roma per un'audizione in Commissione Bilancio alla Camera, programmata da tempo nell'ambito dell'indagine conoscitiva relativa alle comunicazioni della Commissione di Bruxelles al Parlamento Europeo e al Consiglio ''Verso un'Unione economica e monetaria autentica e approfondita - Creazione di uno strumento di convergenza e di competitivita'; Coordinamento ex ante delle grandi riforme di politica economica previste''.

''L'incontro - si legge nella nota -, svoltosi nel quadro dei regolari e continui contatti tra Commissione e governi nazionali, e' stato un'occasione per uno scambio di vedute sulla situazione economica in Europa e in particolare nell'area dell'Euro. Il Ministro Saccomani ha fornito al Commissario alcune indicazioni preliminari sui lavori in corso per la predisposizione della Nota di aggiornamento al Def, che verra' discussa in Consiglio dei Ministri entro il 20 settembre, e della Legge di stabilita' 2014, confermando che in questi provvedimenti sara' ribadito l'impegno dell'Italia a contenere il deficit nel limite del 3,0% del Pil''.

Rehn, prosegue la nota, ''ha espresso apprezzamento per gli sforzi compiuti dal Governo italiano per sostenere l'attivita' economica rispettando nel contempo i vincoli europei. In questo contesto vi e' stato uno scambio di idee sulle leve a disposizione dei paesi membri non soggetti alla procedura per deficit eccessivo - come l'Italia - per assumere iniziative volte a favorire la crescita e l'occupazione''.

''Infine, conclude la nota del Tesoro, ''si e' parlato dell'iniziativa europea di cui si discute attualmente per facilitare l'accesso al credito delle piccole e medie imprese e per il quale ci si aspetta una decisione ambiziosa dal Consiglio Europeo di ottobre''.

com-sen/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Mps
Banche, Fonti Palazzo Chigi: nessun cdm previsto, schema dl pronto
Francia
Francia, è penuria di tartufi e i prezzi volano alle stelle
Brexit
Dijsselbloem dice che dalla Brexit non nascerà una nuova "City" Ue
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Le tecnologie spaziali che aiutano la sostenibilità
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina