domenica 22 gennaio | 13:43
pubblicato il 10/lug/2013 12:08

Crisi: Saccomanni, giudizio S&P fondato su numeri del passato

(ASCA) - Roma, 10 lug - ''Come in precedenti casi si tratta di una estrapolazione di dati del passato basati sugli scenari peggiori''. Cosi' il ministro dell'Economia e delle Finanze, Fabrizio Saccomanni, giudica la decisione di Standard e Poor's di ridurre il rating sul debito pubblico italiano. ''L'analisi di Standard & Poor's si basa su numeri che coprono fino il primo trimestre del 2013, senza considerare il miglioramento dei conti pubblici e la ripresa economica dal 4* trimestre di quest'anno. Comunque l'Italia deve tenere la barra ferma sul risanamento dei conti pubblici. Saranno poi i risparmiatori italiani e gli investitori a dare il giudizio finale su titoli di stato italiani. Oggi, per esempio, mi dicono che l'asta dei titoli di Stato e' andata bene'' ha sottolineato Saccomanni. men/mau

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Carrefour
Carrefour annuncia 500 esuberi e i sindacati preparano scioperi
Alimenti
Obbligo di indicazione di origine sui latticini: ecco il vademecum
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4