giovedì 19 gennaio | 18:55
pubblicato il 14/feb/2012 16:57

Crisi/ Rehn: Italia preoccupa per bassa crescita e alto debito

E' tra i paesi 12 Ue sotto esame per 'squilibri macroeconomici'

Crisi/ Rehn: Italia preoccupa per bassa crescita e alto debito

Bruxelles, 14 feb. (askanews) - L'Italia è fra i 12 paesi dell'Ue che preoccupano la Commissione europea per i loro 'squilibri macroeconomici', secondo un rapporto presentato oggi a Strasburgo dal commissario agli Affari economici e monetari, Olli Rehn. Le ragioni: "L' altissmo debito pubblico e il basso potenziale di crescita economica, che rappresentano dei rischi che dobbiamo analizzare", ha detto il commissario. Rehn ha annunciato una "analisi approfondita", nel quadro del nuovo 'meccanismo di allerta macroeconomica', per ognuno dei 12 Stati membri (gli altri sono Belgio, Bulgaria, Cipro, Danimarca, Finlandia, Francia, Ungheria, Slovenia, Spagna, Svezia e Regno Unito). Il meccanismo prevede che la Commissione adotti delle raccomandazioni 'preventive' per correggere gli squilibri. In caso di mancata attuazione da parte del paese interessato, l'Esecutivo Ue potrà far scattare il meccanismo 'correttivo', ovvero sanzionatorio. Sempre sull'Italia, il commissario ha ricordato che c'è un problema di competitività, sia in generale che basata sui prezzi, con "un deterioramento significativo a partire dagli anni '90", che si riflette nel "persistente indebolimento nelle quote di mercato nel commercio estero", con "una caduta del 20% negli ultimi cinque anni". Il rapporto ammette che "i'indebitamento del settore privato è relativamente contenuto", ma giudica "preoccupante il livello del debito pubblico, data specialmente la debolezza delle 'performance' di crescita e le debolezze strutturali". Il commissario, infine, ha riconosciuto l'esempio positivo che stanno dando "i governi di Spagna e Italia, che stanno conducendo con determinazione delle riforme strutturali cruciali per migliorare il mercato del lavoro e la competitività delle loro economie".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Fed
Fed, Yellen vede tassi al 3% alla fine del 2019
Petrolio
Petrolio, Aie rivede al rialzo domanda mondiale, cala offerta Opec
Ilva
Ilva, Laghi: in 2016 produzione +23% con 5,8 mln tonnellate
Terremoti
Terremoto, Juncker: Ue pronta a mobilitare tutti i suoi strumenti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella: in Usa il 10% della produzione di Amarone
Turismo
Da Bookingfax una App per riportare turisti in Agenzia di viaggio
Energia e Ambiente
Ambientalisti italiani in piazza per Trump
Moda
Moda, dopo Milano Brandamour apre uno show room anche a New York
Scienza e Innovazione
Alibaba diventa partner delle Olimpiadi fino al 2028
TechnoFun
Italiaonline si conferma prima internet company italiana
Sistema Trasporti
TomTom City, la piattaforma monitora il traffico in tempo reale