martedì 21 febbraio | 23:13
pubblicato il 21/nov/2013 11:28

Crisi: Rehn, e' ora di rallentare il consolidamento e rafforzare la crescita

Crisi: Rehn, e' ora di rallentare il consolidamento e rafforzare la crescita

(ASCA) - Bruxelles, 21 nov - Avanti con riforme e consolidamento di bilancio, ma a ritmi piu' contenuti per lasciare spazio a politiche di crescita. Questo il suggerimento che arriva dalla Commissione europea agli Stati membri. ''Negli ultimi due anni gli squilibri si sono dimezzati, e ora possiamo rallentare'', sostiene il commissario europeo per gli Affari economici e monetari, Olli Rehn, nel corso dell'audizione in commissione Problemi economici, riunita a Strasburgo a margine dei lavori dell'Aula in sessione plenaria. ''I deficit di bilancio sono ridotti della meta' e questo ci permette di rallentare il ritmo del consolidamento di bilancio e di concentrarci sulle misure per la crescita''. Rehn tuttavia precisa che le misure di austerita' non vanno abbandonate, ma solo portate avanti in modo meno stringente. ''Dobbiamo continuare con il consolidamento rafforzando la crescita''. bne/mau

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Taxi
Taxi, Padoan: liberalizzazione va fatta ma con transizione dolce
Moda
La moda porta a Milano 1,7 mld al mese, un terzo viene da estero
Conti pubblici
Padoan: domani procedura Ue più vicina? Direi proprio di no
Taxi
Taxi, Delrio: si lavora insieme se non ci sono violenza e minacce
Altre sezioni
Salute e Benessere
Percorso rapido per emergenze al Fatebenefratelli Roma
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Peroni Senza Glutine sul podio del World Gluten Free Beer Award
Turismo
Lourdes, destinazione turistica a 360 gradi
Energia e Ambiente
Energia, nanosfere di silicio per finestre fotovoltaiche economiche
Moda
Il business della Moda porta a Milano 1,7 miliardi al mese
Scienza e Innovazione
Elicotteri italiani AW-139 in Pakistan, nuovo ordine per Leonardo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Il mondo in coda: strade sempre più trafficate, anche in Italia