venerdì 09 dicembre | 10:45
pubblicato il 03/mag/2013 12:05

Crisi: Rehn, con riforme Italia verso uscita da procedura deficit (1Upd)

(ASCA) - Bruxelles, 3 mag - L'Italia ha i numeri per uscire dalla procedura per deficit eccessivo, ma potra' riuscirvi solo ''a patto che mantenga la rotta della sostenibilita' del bilancio'' e che ''in parallelo attui profonde riforme strutturali''. Lo afferma il commissario europeo per gli Affari economici e monetari, Olli Rehn, nel corso della presentazione delle previsioni economiche di primavera. Il nostro paese, spiega Rehn, ''ha ridotto il deficit da circa il 4% al 3% del Pil, e quest'anno dovrebbe restare sotto il 3%''.

''Cio' potrebbe agevolare l'uscita dell'Italia dalla procedura per deficit eccessivo''. Il nostro paese, evidenzia Rehn, ''e' vicino all'obiettivo di medio termine di pareggio di bilancio, e questo e' molto importante per un paese con un debito pubblico come quello italiano''.

Ad ogni modo, puntualizza Rehn, ''far ripartire la competitivita' e far crescere il numero dei posti di lavoro restano le priorita' per un'uscita dell'Italia'' dalla procedura.

bne/sam/rob

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Bce
Draghi prolunga gli stimoli di 9 mesi e rassicura sull'Italia
Bce
Bce inchioda i tassi a zero e proroga il Qe a tutto il 2017
Bce
Draghi: non vediamo euro a rischio da incertezza politica Italia
Ambiente
Italia rischia sanzioni Ue per mancato trattamento acque reflue
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina