sabato 03 dicembre | 19:10
pubblicato il 10/lug/2013 13:11

Crisi: Recchi (Eni), decisione S&P in qualche modo paradossale

(ASCA) - Roma, 10 lug - Il taglio del rating sul debito pubblico dell'Italia mostra come ci ''sia una disconnessione nella percezione della realta'. Bisogna saper raccontare la solidita' del paese. Peraltro paradossalmente il taglio del rating arriva dopo l'uscita dell'Italia dalla procedura per deficit eccessivo. Oggi mi sembra che le agenzie di rating guardino meno al dato fattuale e si concentrano sulle capacita' dei governi di rispettare i programmi''. Cosi' Giuseppe Recchi, presidente dell'Eni, a margine dell'assemblea annuale dell'Abi, commentando la decicione di Standar & Poor's.

men/mau

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Mps
Mps, adesioni a conversione bond superano 1 miliardo
Energia
Elettricità, Cgia: per piccole imprese la più cara in Eurozona
Altre sezioni
Salute e Benessere
Disturbi del sonno? 10 regole ambientali per dormire meglio
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari