mercoledì 22 febbraio | 11:57
pubblicato il 10/lug/2013 13:11

Crisi: Recchi (Eni), decisione S&P in qualche modo paradossale

(ASCA) - Roma, 10 lug - Il taglio del rating sul debito pubblico dell'Italia mostra come ci ''sia una disconnessione nella percezione della realta'. Bisogna saper raccontare la solidita' del paese. Peraltro paradossalmente il taglio del rating arriva dopo l'uscita dell'Italia dalla procedura per deficit eccessivo. Oggi mi sembra che le agenzie di rating guardino meno al dato fattuale e si concentrano sulle capacita' dei governi di rispettare i programmi''. Cosi' Giuseppe Recchi, presidente dell'Eni, a margine dell'assemblea annuale dell'Abi, commentando la decicione di Standar & Poor's.

men/mau

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Taxi
Taxi, Padoan: liberalizzazione va fatta ma con transizione dolce
Alitalia
Alitalia, sindacati disertano tavolo Assaereo su contratto
Toshiba
Toshiba vola in Borsa (+22%) su ipotesi vendita chip
Conti pubblici
Padoan: domani procedura Ue più vicina? Direi proprio di no
Altre sezioni
Salute e Benessere
Carnevale, allarme dermatologi: attenzione a trucchi e maschere
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Verso candidatura cultura del tartufo a patrimonio Unesco
Turismo
Lourdes, destinazione turistica a 360 gradi
Energia e Ambiente
Energia, nanosfere di silicio per finestre fotovoltaiche economiche
Moda
Il business della Moda porta a Milano 1,7 miliardi al mese
Scienza e Innovazione
Elicotteri italiani AW-139 in Pakistan, nuovo ordine per Leonardo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Al via a Verona Transpotec: espositori in crescita + 20%