giovedì 08 dicembre | 19:17
pubblicato il 18/gen/2014 13:36

Crisi: Pordenone laboratorio per una rinnovata industrializzazione

Crisi: Pordenone laboratorio per una rinnovata industrializzazione

(ASCA) - Pordenone, 18 gen 2014 - Una disoccupazione passata dal 3,9% del 2008 al 6,9% del 2012, in aumento nel 2013. Una perdita di valore aggiunto nell'industria pari al 10% nello stesso periodo. L'export nel settore mobili e' sceso di quasi il 30%, nel metalmeccanico del 17,5%, mentre 390 imprese manifatturiere hanno chiuso. I nomi di Elecrolux ed Ideal Standard rappresentano ferite aperte, in questi giorni all'attenzione del governo. Sono queste le condizioni di partenza che hanno portato l'Unione Industriali di Pordenone a lanciare l'iniziativa di un Patto per rilanciare nell'emergenza la competitivita' d'impresa e l'occupazione e costruire in prospettiva un nuovo sviluppo industriale, creando una vera e propria ''manifacturing zone''.

A coordinare questo lavoro gli industriali di Pordenone hanno chiamato un team di eccezione che schiera tra gli altri Innocenzo Cipolletta, Tiziano Treu, Riccardo Illy, Maurizio Castro, per un documento che verra' sottoposto ora al dibattito nel tavolo di contrattazione provinciale alla ricerca del consenso delle organizzazioni sindacali alle quali verra' proposto la creazione di un Comitato di sorveglianza sugli accordi raggiunti.

Lo scopo che si intende raggiungere e' quello di creare una zona ad elevata competitivita' industriale, all'interno della quale le aziende ritrovino rinnovate condizioni di reale vantaggio competitivo in termini di costo, flessibilita', competenze, formazione, ricerca, infrastrutture e fiscalita'. Ai lavoratori gli imprenditori offrono maggiori garanzie di stabilita' occupazionale e di partecipazione (una prima assoluta nel panorama degli industriali italiani), occasioni reali di efficace ricollocazione.

La proposta rappresenta un forte stimolo anche alle autorita' pubbliche, Regione e Governo, perche' innestino su questa cornice ulteriori interventi di completamento a sostegno sia degli ammortizzatori sociali sia delle imprese.

Nella prima fase di gestione dell'emergenza (nei tempi rapidi dettati da crisi come Electrolux e Ideal Standard ricorda il presidente Agrusti), gli industriali della Destra Tagliamento propongono ''uno scambio virtuoso tra riduzione del costo del lavoro, maggiore flessibilita' e maggiore produttivita' da un lato e consolidamento occupazionale, elementi di di Welfare di compensazione ed investimenti per innovazione e sviluppo dall'altro''.

In discussione la contrattazione di secondo livello e tutti gli elementi retributivi non derivanti dalla contrattazione nazionale, con sullo sfondo la gestione di istituti dei Ccln come l'orario o gli automatismi, i limiti alla polifunzionalita', con un intervento anche sui superminimi non ancorati al merito. Secondo il direttore generale di Unindustria Pordenone, Paolo Candotti, l'insieme delle misure potrebbe valere una riduzione sul costo del lavoro pari al 20% per le industrie piu' strutturate e del 10% per quelle minori. Una manutenzione, non una amputazione, per favorire la ripresa.

Sul nuovo sviluppo industriale, gli industriali della Destra Tagliamento indicano otto linee guida: produttivita', innovazione, internazionalizzazione, crescita dimensionale imprese, supporto a nascita nuove imprese, politiche attive del lavoro, stimolo alla domanda, supporto all'approvvigionamento di risorse finanziare per le imprese.

sat/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Bce
Bce inchioda i tassi a zero e proroga il Qe a tutto il 2017
Bce
Draghi: non vediamo euro a rischio da incertezza politica Italia
Ambiente
Italia rischia sanzioni Ue per mancato trattamento acque reflue
Ocse
Ocse, superindice in lieve aumento a ottobre ma in Italia -0,04%
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni