martedì 06 dicembre | 17:35
pubblicato il 16/gen/2013 17:26

Crisi: Parlamento Ue approva nuove regole su agenzie rating

Crisi: Parlamento Ue approva nuove regole su agenzie rating

(ASCA) - Bruxelles, 16 gen - Con 579 voti a favore, 58 contrari e 60 astenuti l'Assemblea del Parlamento europeo ha approvato le nuove regole per le agenzie di rating. In base alle nuove norme, le agenzie potranno pubblicare rating non richiesti sul debito sovrano, informazioni o dati relativi a uno stesso paese ''non piu' di tre volte in un anno''. Tutte le informazioni, inoltre, non potranno essere rese pubbliche a mercati aperti. Al contrario, dovranno essere diffuse con borse chiuse o ''al massimo un'ora prima della loro riapertura''. Prevista inoltre la responsabilita' per le agenzie di rating. Gli investitori potranno richiedere i danni per i rating che si rivelano infondati e danneggiano i propri interessi. Ancora, in base al testo approvato un'agenzia di rating ''dovra' astenersi dal pubblicare rating, o informare il pubblico sull'esistente conflitto d'interessi, nel caso in cui un azionista o un socio, in possesso di almeno il 10% dei diritti di voto, abbia investito nel soggetto valutato''. Previste possibilita' sanzionatorie per le agenzie di rating che violano le regole: l'Esma, l'autorita' europea di sorveglianza dei mercati, potra' decretare interventi (dalle multe fino alla revoca delle licenze per operare in Europa) a tutte le agenzie, anche alle filiali europee delle agenzie statunitensi Moody's, Standard&Poor's e Fitch. Soddisfatto Leonardo Domenici (S&D), relatore del testo. Con il voto di oggi ''facciamo dei passi in avanti''. Le novita' introdotte, sottolinea, ''sono pienamente coerenti con l'ispirazione di fondo di questo provvedimento che e' quella di favorire il rating interno, avere una pluralita' di voci affidabili e comparabili al servizio degli investitori e mettere in discussione l'oligopolio che ha caratterizzato fino ad oggi l'offerta del rating''. ''Il voto di oggi e' un altro importante passo avanti nella nostra agenda di risposta alla crisi''. E' stato il commento del commissario europeo per il Mercato interno, Michel Barnier. ''Mi congratulo con il Parlamento per l'accordo sulle nuove regole, che miglioreranno sensibilmente la qualita' dei rating'', ha aggiunto. A detta di Barnier con le novita' legislative adottate, le agenzie di rating ''dovranno essere piu' trasparenti nella loro analisi dei debiti sovrani'', e questo grazie al fatto che ''dovranno rispettare regole piu' severe'' e ''saranno tenuti a rispondere in caso di negligenza o dolo''. Non solo, Barnier ha sottolineato che queste nuove regole ''permetteranno un aumento della competizione nell'industria del rating, dominata da pochi attori di mercato''. red/int

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Borsa
Vittoria No non spaventa la Borsa (-0,21%) ma banche vanno giù
Governo
Governo, Cgil: elezioni anticipate pericolosa fuga in avanti
Cnel
Referendum, Napoleone: popolo ha riconosciuto il ruolo del Cnel
Lego
Lego, la dinastia Kirk Kristiansen blinda il futuro dei mattoncini
Altre sezioni
Salute e Benessere
Airc finanzia ricerca per migliorare diagnosi noduli alla tiroide
Enogastronomia
Touchscreen e realtà aumentata: a Milano il supermarket del futuro
Turismo
Ponte Immacolata, per un italiano su due hotel è luogo dolce vita
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
I supermercati del futuro di Amazon: niente casse e code
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni