domenica 11 dicembre | 14:40
pubblicato il 17/lug/2013 15:43

Crisi: Palombella (Uilm), senza crescita manifattura Paese non ne esce

(ASCA) - Roma, 17 lug - ''Il dibattito sullo sviluppo di questo Paese deve risolvere la dicotomia esistente nell'opinione pubblica tra industria e ambiente, perche' non si tratta di valori in antitesi, ma potenzialita' sinergiche indispensabili alla crescita nazionale''. Lo ha detto Rocco Palombella, segretario generale della Uilm, a Cervia intervenendo al Direttivo provinciale dei metalmeccanici della Uil di Ravenna presieduto dal segretario locale Filippo Spada. ''Abbiamo assistito in questo senso - ha continuato il leader della Uilm - a scontri tra poteri e polemiche masochistiche tra fazioni con l'unico risultato di indebolire l'immagine dell'Italia rispetto al giudizio degli investitori internazionali e, rallentare, o perdere, in molti casi parti della stessa produzione industriale all'interno del perimetro nazionale. Oggi i dati annuali dell'Ispra segnalano che e' pesante la pressione esercitata sull'ambiente dalle attivita' industriali. E' bene che si sappia che il sindacato e' impegnato a far sviluppare l'industria rispettando l'ambiente, perche' il Paese senza manifattura e senza un equilibrato risanamento ambientale non si salva''. Palombella ha anche parlato dei rapporti con Fim e Fiom relativi all'intesa confederale dello scorso 31 maggio: ''Ci siamo visti e continuiamo a vederci -ha ribadito il dirigente sindacale dei metalmeccanici- ma abbiamo registrato da parte dei metalmeccanici della Cgil posizioni inconciliabili e interpretazioni che non sono contenute nel protocollo di intesa. C'e' l'esclusiva richiesta della Fiom ad applicare il sistema proporzionale per le nuove elezioni Rsu e l'estensione degli ulteriori diritti sindacali pur non essendo sottoscrittori di contratti. Tutto cio' e' preteso nonostante non ci siano i regolamenti attuativi e tenendo presente che tutto il resto di quanto e' previsto nel protocollo viene lasciato inapplicato. Senza i dovuti chiarimenti rischiano di aumentare le tensioni all'interno della nostra categoria''.

com-sen/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Petrolio
Scatta la prima stretta globale all'offerta di petrolio da 15 anni
Brexit
Dijsselbloem dice che dalla Brexit non nascerà una nuova "City" Ue
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Le tecnologie spaziali che aiutano la sostenibilità
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina