martedì 24 gennaio | 02:13
pubblicato il 05/mar/2013 12:00

Crisi/ Marchionne:Basta austerity, ora far ripartire la macchina

Tasse hanno devastato potere d'acquisto italiani

Crisi/ Marchionne:Basta austerity, ora far ripartire la macchina

Ginevra, 5 mar. (askanews) - L'austerità "la capisco" ma quello che occorre ora è "far ripartire la macchina". Lo ha sottolineato l'amministratore di Fiat-Chrysler Sergio Marchionne nel corso di una conferenza stampa al Salone di Ginevra parlando della situazione politica italiana. Marchionne ha evidenziato come dopo la "disciplina ci sono anche dei rischi da prendere, bisogna dire che l'austerità a un certo punto non basta". Per l'amministratore delegato con le tasse si è "ridotta la capacità di acquisto degli italiani in maniera devastante, ora la macchina deve ripartire". Quanto al suo sostegno al governo Monti, Marchionne ha chiarito che allora il Paese "era in condizioni precarie, per questo io ho espresso apprezzamento per Monti per la credibilità internazionale che ci ha restituito".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pensioni
Pensioni, Boeri: manovra fa aumentare debito
Commercio
Ricerca Nielsen, 87% di chi naviga in internet fa shopping online
Cambi
Protezionismo Trump riporta il dollaro ai minimi da dicembre
Bce
Draghi: collaborazione Stati invece di "richiami a cupi passati"
Altre sezioni
Salute e Benessere
Digital Magics cede partecipazione in ProfumeriaWeb a Free Bird
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Tutti a Montefalco per l'Anteprima Sagrantino
Turismo
Alla scoperta di Piacenza con Sorgentedelvino Live
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Sugli sci trainati dal drone: arriva il droneboarding
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4