martedì 28 febbraio | 14:17
pubblicato il 18/ago/2011 18:25

Crisi/ La recessione sulle borse europee,Francoforte cade del 6%

Il disastro con Wall Street. Paura per le banche, vola l'oro

Crisi/ La recessione sulle borse europee,Francoforte cade del 6%

Milano, 18 ago. (askanews) - Borse mondiali in vendita. L'ondata, partita in Asia (Tokyo -1,25%) si è durante il giorno ingigantita per arrivare al disastro con l'apertura di Wall Street. In Europa, i listini, trascinati nell'abisso dai titoli bancari e dalla borsa di New York, hanno chiuso con perdite importanti: Londra è caduta del 4,49%, Francoforte del 5,8%, Parigi del 5,5%, Milano del 6,15%, Madrid del 4,7%, Zurigo del 4%, Atene del 3,38%. Diversi i fattori di forte preoccupazione che si sono sommati nel corso della giornata. Morgan Stanley ha tagliato le stime sulla crescita economica globale parlando di Stati Uniti ed Europa in oscillazione "pericolosamente in una zona vicina alla recessione". Ed i diversi dati americani diffusi oggi sono sembrati una conferma dei timori peggiori. "I mercati maniaco-depressivi - ha twittato l'economista Nouriel Roubini, che in questi anni ha insistito sul ritorno della recessione negli Usa - si muovono in modalità 'risk-off' e 'risk-on'. Oggi 'risk off' (chiusi al rischio, ndr). Nei prossimi mesi, saranno soprattutto 'risk-off' perchè si materializza il ritorno della recessione". Il 'Wall Street Journal' di oggi ha poi riferito che la Federal reserve, la banca centrale Usa, di New York, sta monitorando la disponibilità di liquidità delle grandi banche europee attive negli Stati Uniti per evitare un contagio da crisi. Il quotidiano riferisce che alla Fed di New York sono "molto preoccupati". Dalla Banca centrale europea è intanto trapelata quella che è suonata come una conferma indiretta della situazione, anche se non è detto che lo sia: Francoforte avrebbe fornito ad un istituto di credito europeo una provvista di 500milioni di dollari, la più alta da maggio 2010. Il mix delle notizie, unito all perplessità sulla tassazione delle rendite finanziarie annunciata da Merkel e Sarkozy, ha scatenato la bufera, in particolare, sulle banche, in Europa così come negli Stati Uniti: a Francoforte Commerzbank ha perso il 10,42%, Deutsche Bank il 7,02%; a Londra Barclays è crollata dell'11,47%, Royal Bank of Scotland dell' 11,31%; a Parigi Société Générale è caduta del 12,34%, Crédit Agricole del 7,29%, Bnp Paribas del 6,76%. In questo quadro, l'oro sta viaggiando verso ogni record: 1.820 dollari l'oncia.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Brexit
Brexit può costare cara all'Italia sul contibuto al bilancio Ue
Ue
Regioni: Lombardia la più competitiva in Italia, 143esima in Ue
Generali
Generali, Donnet: le prospettive sui conti vanno benissimo
Inflazione
L'inflazione accelera, a febbraio all'1,5% ai massimi da 4 anni
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ricerca, nanocubi per la diagnosi precoce di Alzheimer e Parkinson
Motori
La Turbo S E-Hybrid diventa modello più potente Porsche Panamera
Enogastronomia
Premio Ercole Olivario, in gara 174 etichette da 17 Regioni
Turismo
Favara: apre l'Alba Palace: quattro stelle di cultura e tradizione
Energia e Ambiente
E.ON:Per 6 italiani su 10 ideale per la casa è l'energia solare
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
SpaceX invierà due turisti spaziali attorno alla Luna a fine 2018
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech