sabato 03 dicembre | 19:25
pubblicato il 11/feb/2012 16:55

Crisi/ Italiani divisi sul 2012, ottimisti e pessimisti alla pari

Sondaggio Ipr sul Sole, la recessione e l'impatto sui portafogli

Crisi/ Italiani divisi sul 2012, ottimisti e pessimisti alla pari

Roma, 11 feb. (askanews) - Il 2012 sarà un anno di recessione per l'Italia ma, tra gli italiani, gli ottimisti e i pessimisti sul futuro della propria situazione economica a fine anno si dividono esattamente a metà. Secondo un sondaggio realizzato da Ipr-Marketing per 'Plus' - l'inserto del Sole-24Ore sul risparmio - il 46% dei cittadini ritiene che la propria situazione finanziaria a fine anno sarà peggiore. Per il 40% invece resterà uguale, nonostante la crisi economica, e per un 5% sarà addirittura migliore (il 9% senza opinione). Una metà quindi si attende un peggioramento (46%), mentre l'altra metà (45%) non teme un impatto della recessione sul portafogli. Nella fascia di età 18-34 anni - secondo l'indagine - il 43% si aspetta che la situazione finanziaria non cambierà a fine anno, il 42% prevede un peggioramento, mentre il 5% si attende un progresso. Per gli italiani tra 35 e 54 anni, invece, il 50% teme che starà peggio, il 35% pensa che non ci saranno cambiamenti, e sempre un 5% pensa ci sarà un miglioramento. Tra gli over 55, invece, il 45% si aspetta un peggioramento, il 41% nessuna variazione e il 6% una situazione migliore.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Mps
Mps, adesioni a conversione bond superano 1 miliardo
Energia
Elettricità, Cgia: per piccole imprese la più cara in Eurozona
Altre sezioni
Salute e Benessere
Disturbi del sonno? 10 regole ambientali per dormire meglio
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari