giovedì 23 febbraio | 17:06
pubblicato il 06/ago/2014 11:18

Crisi: Italia di nuovo in recessione, Pil II trimestre -0,2%

(ASCA) - Roma, 6 ago 2014 - Per l'Italia e' ''triple dip''. L'economia torna in contrazione per la terza volta in 5 anni. Dopo quella del 2008-09, la breve ripresa del 2010, poi la recessione ininterotta fino al terzo trimestre del 2013 e nel quarto la ripresina (+0,1%). Ora il triple dip, il terzo tuffo nella recessione certificato oggi dalla variazione negativa del Pil nel secondo trimestre: -0,2% che segue quella del primo trimestre -0,1%. Il valore reale del Pil e' stato pari a 340,196 miliardi. Si tratta del livello minimo dal secondo trimestre del 2000. ''Il calo congiunturale - spiega l'Istat - e' la sintesi di una diminuzione del valore aggiunto in tutti i tre i grandi comparti di attivita' economica; agricoltura, industria e servizi''. Da segnalare che il contributo delle esportazioni nette e' stato negativo, nullo il contributo della domanda interna. La Gran Bretagna aveva evitato il triple dip nel quarto trimestre del 2012. int

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Alitalia
Alitalia, domani sciopero di 4 ore. Sindacati pronti a nuovi stop
Mps
Mps, Ft: Bruxelles e Bce divise sul salvataggio
Peugeot
Peugeot, Tavares: con Opel creiamo un campione europeo
Generali
Generali,de Courtois: da estero e Cina 60% risultati e cresceranno
Altre sezioni
Salute e Benessere
Tribunale malato: per 1 medico su 3 troppo poco tempo per paziente
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Scoperta una nuova specie di mammifero: lo scoiattolo meridionale
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
I 7 gemelli della Terra: il parere dell'astronauta Maurizio Cheli
TechnoFun
Internet of Things: dopo la "nuvola" si studia la "nebbia"
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech