domenica 22 gennaio | 01:38
pubblicato il 03/ott/2013 10:44

Crisi: Istat, nel 2012 calo Pil a -2,5%. Deficit confermato al 3%

(ASCA) - Roma, 3 ott - Nel 2012 la variazione del Pil in volume e' pari a -2,5%, con una revisione al ribasso di 0,1 punti percentuali rispetto alla stima preliminare di marzo.

Lo rende noto l'Istat, spiegando che l'indebitamento netto delle Amministrazioni pubbliche in rapporto al Pil e' pari a -3%, in miglioramento rispetto al -3,8% del 2011.

Nel dettaglio, il saldo primario e' risultato positivo per un importo pari al 2,5% del Pil (1,1% nel 2011); mentre il saldo di parte corrente e' pari a -5.592 milioni di euro, a fronte dei -23.056 milioni del 2011. Il miglioramento deriva da un aumento delle entrate correnti di 23,8 miliardi di euro, superiore a quello delle uscite correnti al lordo degli interessi, pari a 6,4 miliardi. drc/cam

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Carrefour
Carrefour annuncia 500 esuberi e i sindacati preparano scioperi
Alimenti
Obbligo di indicazione di origine sui latticini: ecco il vademecum
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4