venerdì 09 dicembre | 20:33
pubblicato il 26/giu/2014 11:29

Crisi: Istat-Cnel, in 2013 segnali positivi ma ancora deboli

(ASCA) - Roma, 26 giu 2014 - Nel 2013 emergono segnali positivi, seppure ancora deboli. E' aumentata la propensione al risparmio (12,8%) e sembra leggermente diminuito (intorno al 5%) il ricorso all'indebitamento. E' quanto emerge dalla seconda edizione del ''Rapporto sul Benessere Equo e Sostenibile (Bes 2014)'' dell'Istat e del Cnel. Le famiglie hanno cioe' contratto i propri consumi, per poter, in alcuni casi, risparmiare o, in altri casi, indebitarsi di meno.

eco/tmn/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Mps
Mps: da Vigilanza Bce no a proroga tempi per aumento capitale
Francia
Francia, banca centrale taglia stime crescita citando la Brexit
Cambi
L'euro continua a calare dopo le mosse Bce, sotto 1,06 dollari
Natale
Coldiretti: alberi di Natale in 9 case su 10
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Usa, Pecoraro Scanio: nomina Pruitt a Epa pericolo per l'Ambiente
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Europei, Olimpiadi e terremoto, il 2016 su Facebook in Italia
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina