mercoledì 07 dicembre | 20:15
pubblicato il 26/feb/2014 16:10

Crisi: Intesa Sanpaolo, i distretti tornano a crescere, +3,5% in 2014-15

(ASCA) - Milano, 26 feb 2014 - Ripresa in vista per i distretti industriali italiani. Secondo i dati che emergono dal Sesto Rapporto Annuale realizzato dal Servizio Studi e Ricerche di Intesa Sanpaolo, nel prossimo biennio 2014-15 i distretti dovrebbero tornare alla crescita media complessiva del 3,5%, facendo registrare un incremento del fatturato pari al 2,2% nel 2014, con un'accelerazione al 4,7% nel 2015.

Un'impennata dei ricavi che tuttavia non consente ai distretti italiani di tornare ai livelli pre-crisi: il gap da colmare, secondo il Report, e' pari all'1,4% del fatturato, mentre al termine dello stesso biennio all'intero settore manufatturiero tocchera' recuperare il 9% per tornare ai livelli del 2008. Del resto, lo studio di Intesa Sanpaolo smentisce la tesi della crisi strutturale del modello distrettuale. Le performance delle imprese dei distretti sono infatti risultate migliori - soprattutto in termini di crescita del fatturato e di dinamica dei profitti - rispetto a quelle delle imprese non distrettuali lungo l'intero arco della crisi economia. Tra il 2008 e il 2013, nei distretti si sono registrati 4,2 punti percentuali di crescita del fatturato in piu' rispetto alla media. Una tendenza proseguita nel 2013, con i distretti che ancora una volta hanno ottenuto risultati migliori. Lo scorso anni si e' chiuso con un calo del fatturato dell'1,3%, una contrazione piu' contenuta rispetto al -2,3% registrato nelle aree non distrettuali.

Il rapporto di Intesa Sanpaolo traccia anche una classifica degli 11 distretti migliori. Sei sono specializzati nella filiera alimentare, meno penalizzata dalla congiuntura negativa: i vini del veronese, il prosecco di Conegliano-Valdobbiadene, i dolci di Alba e Cuneo, il caffe' e pasta napoletana, i vini del Chianti e i salumi di Parma. Tre sono le aree specializzate nel sistema moda e, in particolare, nella filiera della pelle: le calzature di San Mauro Pascoli, la pelletteria e le calzature di Arezzo e le calzature napoletane. Tra i primi undici distretti italiani ne figura uno che appartiene al sistema casa (il marmo di Carrara) e uno della meccanica (le macchine per l'imballaggio di Bologna).

fcz/cam

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Mps
Mps: Vigilanza Bce studia proroga fino a 31 gennaio
Banche
Ue multa Agricole, Hsbc e JPMorgan su cartello Euribor: 485 mln
L.Bilancio
L.Bilancio: Senato approva fiducia con 173 sì
Banche
I 5 requisiti necessari a un eventuale "salva banche" con l'Esm
Altre sezioni
Salute e Benessere
Robot indossabile ridà capacità di presa a persone quadriplegiche
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni