domenica 04 dicembre | 05:27
pubblicato il 05/ago/2011 15:26

Crisi/ Inps: Nei primi cinque mesi usato 40% ore Cig autorizzate

Per la cassa ordinaria 47,7%, per straordinaria e in deroga 32,8%

Crisi/ Inps: Nei primi cinque mesi usato 40% ore Cig autorizzate

Roma, 5 ago. (askanews) - Nei primi cinque mesi dell'anno è stato usato il 40% delle ore di cassa integrazione (Cig) richieste. Lo afferma l'Inps in base al "tiraggio" della Cig, spiegando che "si attesta al 40,4% la percentuale delle ore autorizzate di Cig che sono state effettivamente usate tra gennaio e maggio". Un dato che conferma il trend 2011, visto che a gennaio-aprile la quota è stata del 40,2%. L'uso più consistente delle ore autorizzate è ancora quello per la Cig ordinaria (47,7%), mentre per la Cig straordinaria e in deroga è pari al 32,8%. Il dato del tiraggio si stabilizza - spiega il presidente Antonio Mastrapasqua - confermando i segnali registrati dalla flessione di richieste di Cig di giugno e luglio". Il tiraggio di questi primi mesi del 2011, aggiunge l'istituto di previdenza, "è sensibilmente inferiore a quello del 2010: per la cassa integrazione ordinaria è passato dal 56,7% del 2010 al 47,7% del 2011, mentre per la cassa integrazione straordinaria e in deroga è passato dal 48,5% al 38,2%, per una media scesa quindi dal 50,8% del 2010 al 40,4% del 2011".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Energia
Elettricità, Cgia: per piccole imprese la più cara in Eurozona
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari