domenica 04 dicembre | 07:28
pubblicato il 24/lug/2013 15:05

Crisi: incontro Zanonato-Patuelli su sviluppo paese e credito

(ASCA) - Roma, 24 lug - Il Ministro dello sviluppo economico, Flavio Zanonato, ha incontrato oggi il Presidente e il Direttore generale dell'Associazione bancaria italiana, Antonio Patuelli e Giovanni Sabatini.

All'attenzione dell'incontro, informa una nota, i temi della crescita, dello sviluppo del Paese e del credito. In particolare, il presidente Patuelli ha sottolineato le iniziative delle banche a sostegno delle imprese, a partire dalla moratoria piu' volte prorogata e ora rinnovata con l'Accordo per il credito 2013. Secondo i dati piu' aggiornati (maggio 2013), le banche hanno conseguentemente sospeso ben 95.435 finanziamenti a livello nazionale, pari a 29,5 miliardi di debito residuo con una liquidita' liberata di 4,1 miliardi. A questi numeri vanno aggiunti quelli dell'Avviso comune scaduto il 31 luglio 2011, con 260.000 finanziamenti sospesi, per oltre 15 miliardi di euro con 70 miliardi di liquidita' resa disponibile. Sempre a sostegno delle imprese, l'Abi e le altre associazioni imprenditoriali hanno ottenuto una riduzione degli inasprimenti dei requisiti di capitale per i prestiti alle pmi. Patuelli ha ricordato la necessita' di interventi per favorire anche fiscalmente la crescita dimensionale e gli accorpamenti delle aziende, sottolineando la necessita' di rafforzare i fondi di garanzia, convogliandovi piu' risorse nazionali e locali e rendendo le procedure piu' semplici ed efficienti. Utili sarebbero garanzie parziali da parte dello Stato che avrebbero un elevato moltiplicatore a favore di finanziamenti per l'economia reale.

Il ministro Zanonato ha illustrato ai vertici dell'Abi le recenti decisioni adottate dal Governo per favorire il rilancio della crescita, quali l'accelerazione dei pagamenti dei debiti della Pa, l'ampliamento e il rafforzamento del Fondo Centrale di Garanzia dello Stato, i finanziamenti agevolati messi a disposizione delle imprese per innovare i propri macchinari. Zanonato, apprezzando l'importanza di strumenti come la moratoria sui debiti, ha chiesto ai rappresentanti del settore bancario uno sforzo straordinario per supportare al meglio le imprese italiane nel superamento della difficile fase di crisi e nel rilancio degli investimenti.

com-fch/lus/bra

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Energia
Elettricità, Cgia: per piccole imprese la più cara in Eurozona
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari