martedì 28 febbraio | 11:14
pubblicato il 06/ago/2011 17:28

Crisi/ Imprese: Liberalizzazioni e tagli costi politica subito

"Non c'è nessun motivo di attendere modifica art 41 Costituzione"

Crisi/ Imprese: Liberalizzazioni e tagli costi politica subito

Milano, 6 ago. (askanews) - Imprese e banche ritengono "che non vi sia alcun motivo di attendere una modifica dell'articolo à 41 della àCostituzione, in sé positiva, àper procedere alle liberalizzazioni e à a quelle semplificazione della Pubblica amministrazione à che possono àridurre gli oneri su imprese e cittadini e dare più spazio alla libera attività imprenditoriale e al mercato". E' quanto scrivono Abi, Alleanza cooperative italiane (Confcooperative, Lega cooperative, Agci), Ania, Cia, Claai, Coldiretti, Confagricoltura, Confapi, Confindustria, Reteimprese Italia (Confcommercio, Confartigianato, Cna, Casartigiani, Confesercenti) in un comunicato congiunto dopo le riforme annunciate ieri. "Ribadiamo - scrivono - che è necessario anticipare i tagli ai costi della politica; sarà altrimenti molto difficile à chiedere sacrifici al Paese".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Generali
Intesa SanPaolo vola in borsa dopo no a Generali: mercato approva
Ue
Regioni: Lombardia la più competitiva in Italia, 143esima in Ue
Lavoro
Lavoro, Camusso: su data referendum tutto tace
Piaggio
Piaggio accelera: nel 2016 utile sale a 14 milioni (+18,3%)
Altre sezioni
Salute e Benessere
Malattie rare, Scaccabarozzi: 560 farmaci in sviluppo nel mondo
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Premio Ercole Olivario, in gara 174 etichette da 17 Regioni
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
E.ON:Per 6 italiani su 10 ideale per la casa è l'energia solare
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
SpaceX invierà due turisti spaziali attorno alla Luna a fine 2018
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech