lunedì 23 gennaio | 04:16
pubblicato il 06/ago/2014 09:37

Crisi: il crollo degli ordinativi tedeschi spaventa i mercati

(ASCA) - Roma, 6 ago 2014 - Tornano a spirare venti di crisi sull'economia europea che coinvolgono la locomotiva tedesca.

A giugno gli ordinativi alle industrie della Germania mostrano un tonfo del 3,2%, determinato dalla componente estera con un -4,1%. A preoccupare e' il dato degli ordini dall'area euro che accusano un crollo superiore al 10%. Le tensioni geopolitiche, in primis la crisi tra Russia e Ucraina non sembrano la causa principale della pesante battuta d'arresto dell'industria tedesca alla seconda contrazione consecutiva su base mensile (-1,6% a maggio). Il dato si e' subito riflesso sui mercati finanziari. La borsa di Francoforte e' maglia nera nel vecchio continente.

L'indice Dax registra una pesante flessione dell'1,30% in avvio di contrattazioni con una correzione al ribasso di oltre il 10% rispetto ai massimi di maggio.

did/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Nuove postazioni di telemedicina italiana no profit in Africa
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4