venerdì 09 dicembre | 15:20
pubblicato il 06/ago/2014 09:37

Crisi: il crollo degli ordinativi tedeschi spaventa i mercati

(ASCA) - Roma, 6 ago 2014 - Tornano a spirare venti di crisi sull'economia europea che coinvolgono la locomotiva tedesca.

A giugno gli ordinativi alle industrie della Germania mostrano un tonfo del 3,2%, determinato dalla componente estera con un -4,1%. A preoccupare e' il dato degli ordini dall'area euro che accusano un crollo superiore al 10%. Le tensioni geopolitiche, in primis la crisi tra Russia e Ucraina non sembrano la causa principale della pesante battuta d'arresto dell'industria tedesca alla seconda contrazione consecutiva su base mensile (-1,6% a maggio). Il dato si e' subito riflesso sui mercati finanziari. La borsa di Francoforte e' maglia nera nel vecchio continente.

L'indice Dax registra una pesante flessione dell'1,30% in avvio di contrattazioni con una correzione al ribasso di oltre il 10% rispetto ai massimi di maggio.

did/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Bce
Draghi prolunga gli stimoli di 9 mesi e rassicura sull'Italia
Mps
Mps: da Vigilanza Bce no a proroga tempi per aumento capitale
Bce
Draghi: non vediamo euro a rischio da incertezza politica Italia
Francia
Francia, banca centrale taglia stime crescita citando la Brexit
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Veronafiere, Usa: le regole import sui vini biologici
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina