venerdì 24 febbraio | 09:37
pubblicato il 16/apr/2013 15:01

Crisi: Fmi, migliorano prospettive globali ma strada rimane accidentata

Crisi: Fmi, migliorano prospettive globali ma strada rimane accidentata

(ASCA) - Roma, 16 apr - Migliorano le prospettive globali, ma la strada per la ripresa rimane accidentata. Lo afferma il Fondo monetario internazionale nell'edizione di aprile del World economic outlook. L'Fmi taglia infatti le stime per il Pil mondiale che per quest'anno dovrebbe crescere del 3,3% rispetto al 3,5% previsto a gennaio. Per il prossimo anno invece le stime rimangono attestate su una crescita del 4%.

Ridotte le stime di crescita 2013 anche per gli Usa, che dovrebbero far registrare un incremento dell'1,9%, 0,2 punti percentuali in meno rispetto alle previsioni di gennaio. Per il prossimo anno la crescita statunitense dovrebbe accelerare al 3% anche se dello 0,1% in meno rispetto alle precedenti stime. Previsioni peggiorate anche per l'Eurozona, stimata in contrazione dello 0,3% per quest'anno (era -0,1% a gennaio), con una ripresa nel 2014 dell'1,1%.

sen/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Unicredit
Unicredit: sottoscritto il 99,8% dell'aumento da 13 miliardi
P.A.
P.A., Madia: pronti a riavviare percorso per rinnovo contratto
Mps
Mps, Ft: Bruxelles e Bce divise sul salvataggio
P.A.
P.A., Madia: ok a ultimi cinque decreti, completata la riforma
Altre sezioni
Salute e Benessere
Tribunale malato: per 1 medico su 3 troppo poco tempo per paziente
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Scoperta una nuova specie di mammifero: lo scoiattolo meridionale
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
I 7 gemelli della Terra: il parere dell'astronauta Maurizio Cheli
TechnoFun
Internet of Things: dopo la "nuvola" si studia la "nebbia"
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech