lunedì 23 gennaio | 11:52
pubblicato il 14/mar/2013 16:05

Crisi: Finlandia, nessun margine su conti pubblici

(ASCA) - Bruxelles, 14 mar - ''Non sono d'accordo'' a scorporare dal conteggio del deficit il costo per gli investimenti anti-crisi. Lo afferma il primo ministro finlandese, Jyrki Katainen, uscendo dal vertice del Partito popolare europeo. La Finlandia di fatto dice no alla proposta del presidente del Consiglio, Mario Monti, che chiede proprio di poter utilizzare i margini di flessibilita' previsti dagli accordi per la riduzione del deficit. ''E' difficile - spiega Katainen - stabilire quali siano gli investimenti che possono essere considerati fuori dal calcolo'' del deficit. ''Ad esempio io considererei investimenti per la crescita anche ricerca e istruzione''.

Le misure di austerita' e le politiche di rigore, sottolinea il premier finlandese, ''sono indispensabili se non vogliamo che gli investitori vadano via''.

bne/mau/bra

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Borsa
Borsa, Piazza Affari piatta a metà mattinata. Ftse Mib -0,08%
Altre sezioni
Salute e Benessere
Nuove postazioni di telemedicina italiana no profit in Africa
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4