martedì 21 febbraio | 20:24
pubblicato il 26/ott/2011 11:54

Crisi/ Draghi: Subito riforme, invocate da tempo e non attuate

L'ultimo richiamo del governatore prima di andare alla Bce

Crisi/ Draghi: Subito riforme, invocate da tempo e non attuate

Roma, 26 ott. (askanews) - Per rilanciare la crescita servono le riforme strutturali, da tempo invocate e ancora inattuate. il richiamo del governatore della Banca d'Italia, Mario Draghi, nel suo ultimo intervento pubblico prima di passare alla guida della Bce. "Un rilancio duraturo della crescita sostenibile - ha affermato Draghi nell'intervento alla Giornata mondiale del risparmio - passa soprattutto per le riforme strutturali da tempo invocate, in larga parte condivise ma tuttora inattuate". necessario quindi, ha sottolineato il governatore, "elevare la concorrenza nei mercati dei prodotti, in particolare nei servizi; costruire un contesto amministrativo e regolatorio più favorevole alle attività d'impresa; sospingere l'accumulazione di capitale fisico e umano; innalzare i livelli di partecipazione al mercato del lavoro".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Taxi
Taxi, Padoan: liberalizzazione va fatta ma con transizione dolce
Moda
La moda porta a Milano 1,7 mld al mese, un terzo viene da estero
Conti pubblici
Padoan: domani procedura Ue più vicina? Direi proprio di no
Taxi
Taxi, Delrio: si lavora insieme se non ci sono violenza e minacce
Altre sezioni
Salute e Benessere
Percorso rapido per emergenze al Fatebenefratelli Roma
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Peroni Senza Glutine sul podio del World Gluten Free Beer Award
Turismo
Lourdes, destinazione turistica a 360 gradi
Energia e Ambiente
Energia, nanosfere di silicio per finestre fotovoltaiche economiche
Moda
Il business della Moda porta a Milano 1,7 miliardi al mese
Scienza e Innovazione
Elicotteri italiani AW-139 in Pakistan, nuovo ordine per Leonardo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Il mondo in coda: strade sempre più trafficate, anche in Italia