giovedì 23 febbraio | 19:43
pubblicato il 25/gen/2013 11:06

Crisi: Draghi, risanamento conti pubblici e' inevitabile

Crisi: Draghi, risanamento conti pubblici e' inevitabile

(ASCA) - Roma, 25 gen - ''Il risanamento dei conti pubblici e' inevitabile''. E' quanto ha ribadito il presidente della Bce, Mario Draghi, parlando al World Economic Forum di Davos.

''Non mi piace la parola austerita' - ha premesso Draghi - ma deve esser chiaro che non ci possono essere crescita ed equita' senza intervenire per ridurre l'indebitamento''.

Draghi indica che e' inevitabile che il processo di consolidamento dei conti pubblici comparta una contrazione dell'attivita' nel breve termine. ''La domanda allora e' come conciliare il risanamento e gli effetti di contrazione sull'economia'' ha rilevato Draghi indicando in particolare tre modi. Innanzitutto realizzare riforme strutturali che aumentino la competitivita' e la capacita' di esportare.

Altro punto e' ''la composizione degli interventi di consolidamento'' e infine la capacita' di ''guadagnare la credibilita' cosi' dar scendere i tassi di interesse''.

did/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Mps
Mps, Ft: Bruxelles e Bce divise sul salvataggio
Peugeot
Peugeot, Tavares: con Opel creiamo un campione europeo
Generali
Generali,de Courtois: da estero e Cina 60% risultati e cresceranno
P.A.
P.A., Madia: pronti a riavviare percorso per rinnovo contratto
Altre sezioni
Salute e Benessere
Tribunale malato: per 1 medico su 3 troppo poco tempo per paziente
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Scoperta una nuova specie di mammifero: lo scoiattolo meridionale
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
I 7 gemelli della Terra: il parere dell'astronauta Maurizio Cheli
TechnoFun
Internet of Things: dopo la "nuvola" si studia la "nebbia"
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech