mercoledì 22 febbraio | 14:45
pubblicato il 15/dic/2011 09:48

Crisi/ Csc: 800mila occupati in meno a fine 2013

Aumenteranno i licenziamenti, disoccupazione al 9% nel 2012

Crisi/ Csc: 800mila occupati in meno a fine 2013

Roma, 15 dic. (askanews) - La crisi si fa sentire con forza sul mercato del lavoro: a fine 2013 ci saranno 800mila persone occupate in meno rispetto all'inizio del 2008. E' quanto stima il Centro Studi di Confindustria fotografando la situazione dell'economia italiana. E' "molto probabile che si attenui il reintegro delle persone in Cig, aumentino i licenziamenti, il tasso di disoccupazione salga più velocemente e raggiunga il 9%" nel 2013. Le unità di lavoro perse saranno 957mila.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Alitalia
Alitalia, sindacati disertano tavolo Assaereo su contratto
Mps
Mps, Pagani: ancora qualche settimana con Ue, siamo positivi
Toshiba
Toshiba vola in Borsa (+22%) su ipotesi vendita chip
Intesa Sp
Intesa Sp, Gros-Pietro: Generali non ha chiesto ingresso in Cda
Altre sezioni
Salute e Benessere
Carnevale, allarme dermatologi: attenzione a trucchi e maschere
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Verso candidatura cultura del tartufo a patrimonio Unesco
Turismo
Lourdes, destinazione turistica a 360 gradi
Energia e Ambiente
Energia, nanosfere di silicio per finestre fotovoltaiche economiche
Moda
Il business della Moda porta a Milano 1,7 miliardi al mese
Scienza e Innovazione
Accordo Asi-Cmsa per esperimenti su stazione spaziale cinese
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Al via a Verona Transpotec: espositori in crescita + 20%