giovedì 08 dicembre | 12:58
pubblicato il 13/feb/2013 09:52

Crisi: costruttori in piazza a Milano per la ''giornata della collera''

Crisi: costruttori in piazza a Milano per la ''giornata della collera''

(ASCA) - Milano, 13 feb - Piazza Affari, il simbolo del capitalismo italiano, simbolicamente occupata da quasi diecimila caschetti gialli da costruzione. Cosi' le associazioni dei costruttori edili italiani lanciano la cosiddetta ''Giornata della collera'' per denunciare lo stato di crisi del settore edile.

Un comparto che, nel quadriennio compreso tra il 2008 e il 2012, ha registrato una perdita produttiva del 26%, vale a dire 43 miliardi di euro in meno per un giro d'affari tornato ai livelli di produzione di 40 anni fa. Durante il suo intervento dal palco del palazzo della Borsa, il presidente di Assimpredil Ance, Carlo De Albertis, ha evidenziato che dal 2009 40 mila imprese attive nel settore delle costruzioni hanno chiuso, con una perdita di 360 mila posti di lavoro.

''Sono piccole imprese che non fanno notizia - ha detto De Albertis -, ma e' come se il sistema produttivo italiano avesse perso 70 Ilva''.

fcz/sam/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Banche
I 5 requisiti necessari a un eventuale "salva banche" con l'Esm
L.Bilancio
L.Bilancio: Senato approva fiducia con 173 sì
Bce
Al via direttorio della Bce da cui è attesa proroga piano acquisti
L.Bilancio
L.Bilancio: via libera definitivo alla manovra con 166 sì
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni