domenica 22 gennaio | 21:36
pubblicato il 13/feb/2013 09:52

Crisi: costruttori in piazza a Milano per la ''giornata della collera''

Crisi: costruttori in piazza a Milano per la ''giornata della collera''

(ASCA) - Milano, 13 feb - Piazza Affari, il simbolo del capitalismo italiano, simbolicamente occupata da quasi diecimila caschetti gialli da costruzione. Cosi' le associazioni dei costruttori edili italiani lanciano la cosiddetta ''Giornata della collera'' per denunciare lo stato di crisi del settore edile.

Un comparto che, nel quadriennio compreso tra il 2008 e il 2012, ha registrato una perdita produttiva del 26%, vale a dire 43 miliardi di euro in meno per un giro d'affari tornato ai livelli di produzione di 40 anni fa. Durante il suo intervento dal palco del palazzo della Borsa, il presidente di Assimpredil Ance, Carlo De Albertis, ha evidenziato che dal 2009 40 mila imprese attive nel settore delle costruzioni hanno chiuso, con una perdita di 360 mila posti di lavoro.

''Sono piccole imprese che non fanno notizia - ha detto De Albertis -, ma e' come se il sistema produttivo italiano avesse perso 70 Ilva''.

fcz/sam/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Nuove postazioni di telemedicina italiana no profit in Africa
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4