martedì 21 febbraio | 06:58
pubblicato il 03/lug/2013 18:30

Crisi: Corte Conti, sostegno crescita va ricercato a livello europeo

(ASCA) - Roma, 3 lug - ''La necessita' di un intervento a sostegno della crescita non va ricercato in una deroga generica agli obiettivi, ma in azioni mirate di 'livello europeo''. Lo ha detto il presidente della Corte dei Conti, Luigi Giampaolino sottolineando che ''si tratta di cogliere l'occasione per ritrovare le ragioni di appartenenza all'Unione europea non nei soli vincoli di bilancio, ma nell'adozione di progetti di rilevante interesse strategico comune. Cio', con un coinvolgimento delle strutture di governo decentrate in base a tempi di realizzazione certi e elevate penalizzazioni in caso di ritardo di attuazione''.

Per Giampaolino devono essere ''azioni in cui gli Stati in tutte le loro articolazioni siano misurati su capacita' realizzativa ed efficienza gestionale. Terreni su cui il nostro Paese ha l'obbligo, in primo luogo verso i suoi cittadini, di dimostrarsi in grado di superare tradizionali arretratezze e di non deludere le attese''.

red/glr

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pensioni
Pensioni, Boeri: pensare a giovani, alcuni privilegi da rivedere
Alitalia
Alitalia, Delrio: ci sono problemi seri, siamo preoccupati
Alitalia
Alitalia, sindacati: sciopero confermato, governo convoca azienda
Conti pubblici
Padoan: da migliori previsioni no impatto su manovra correttiva
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
Verona Fiere, Evoo Days, al via il primo forum per filiera olio
Turismo
Turismo, Alpitour amplia la rete su Andalusia e Costa del Sol
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
Onde gravitazionali, inaugurato a Cascina l'Advanced Virgo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia