lunedì 23 gennaio | 06:15
pubblicato il 03/ott/2013 11:41

Crisi: consumatori, quadro Istat allarmante. Governo sia responsabile

(ASCA) - Roma, 3 ott - ''L'Istat rivede ulteriormente al ribasso le stime sul Pil registrato nel 2012, diminuito del 2,5%. Anche il potere di acquisto delle famiglie ha segnato nel 2012 il -4,7%, ovvero il dato peggiore dal 1990 (inizio delle serie)''. Lo affermano in una nota congiunta Federconsumatori e Adusbef, spiegando che si tratta di ''un quadro allarmante che, nel corso del 2013, non ha dato alcun segno di miglioramento. Anzi, su molti fronti e' addirittura peggiorato''. ''L'unica strada concreta per invertire questa pericolosa tendenza e spezzare definitivamente la spirale depressiva in cui si trova l'economia italiana e puntare sul rilancio del potere di acquisto delle famiglie, sulla ripresa dell'occupazione (specialmente quella giovanile) e sullo sviluppo - proseguono le associazioni dei consumatori -. Per questo e' indispensabile che il Governo agisca con responsabilita' nei confronti del Paese, avviando un immediato rilancio degli investimenti per lo sviluppo e la ricerca e ponendo rimedio all'insostenibile aumento dell'Iva scattato dallo scorso 1 ottobre''.

com-drc/cam

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Nuove postazioni di telemedicina italiana no profit in Africa
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4