lunedì 20 febbraio | 12:52
pubblicato il 11/set/2013 11:52

Crisi, Confindustria ottimista: recessione finita, è una svolta

Il Centro studi: rischi però da instabilità politica

Crisi, Confindustria ottimista: recessione finita, è una svolta

Milano (askanews) - La recessione è finita e l'Italia è a una svolta nello scenario della crisi. Lo sostiene il Centro Studi di Confindustria che, dopo i molti appelli allarmanti dei mesi scorsi, ora ritrova l'ottimismo e stila previsioni migliori rispetto a quelle di Istat e Ocse. L'Italia, secondo viale dell'Astronomia, sta passando "dalla caduta alla lenta ripresa" e il Pil nel 2013 si fermerà a un -1,6% per poi tornare positivo nel 2014 a +0,7%, grazie soprattutto al traino dell'export. La cautela, in ogni caso, è d'obbligo: il consolidamento è infatti definito "fragile" e pesa molto il rischio di una instabilità politica, sempre pendente sul Belpaese. Per questo, Confindustria invita a evitare ogni "autocompiacimento", perché comunque, "la rotta è tutt'altro che sicura e tracciata", e la forte pressione fiscale resta un ostacolo alla ripresa. Ma per lo meno una luce in fondo al tunnel della crisi comincia a baluginare.

Gli articoli più letti
Kraft-Unilever
Kraft Heinz rinuncia a offerta acquisto Unilever
Consumi
Cresce la fiducia, 1 italiano su 5 pronto a fare acquisti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
"Benvenuto Brunello" Guida Rossa Michelin firma piastrella 2016
Turismo
Turismo, Alpitour amplia la rete su Andalusia e Costa del Sol
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
CubSat, attivo primo laboratorio spaziale sperimentale
TechnoFun
Amazon, a tempo di record i lavori per nuovo centro vicino Roma
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia