giovedì 08 dicembre | 20:05
pubblicato il 23/ott/2013 15:43

Crisi: Confindustria, Italia in ripresa dopo la recessione (1 update)

(ASCA) - Roma, 23 ott - La dinamica dell'economia, globale e italiana, rispetta la tabella di marcia prevista dal CSC. Gli indicatori con-giunturali continuano a segnalare progressi: riaccelerazione del passo la' dove era rallentato (mercati emergenti, Cina sopra tutti); ripresa dove invece c'era recessione (alcuni paesi dell'Eurozona, Italia in particolare). Lo rileva Confindustria nella congiuntura flash di ottobre precisando che ''sono stati scansati i rischi posti a varie latitudini dalla politica, scongiurando le peggiori conseguenze''. Per Confindustria ''anzitutto, le politiche monetarie mantengono il piede pigiato a tavoletta sull'acceleratore, smentendo previsioni di osservatori e attese dei mercati di un minor impegno espansivo; i banchieri centrali si sono dimostrati savi nel resistere alle pressioni e alle tentazioni restrittive, mettendo in conto gli effetti negativi provenienti da altri decisori''. In Italia i dati qualitativi e quantitativi - spiega il Csc - indicano che il calo del PIL e' finito nei mesi estivi (-0,3% nel 2* trimestre). L'anticipatore OCSE e' salito anche in agosto (+0,23%, +2,0% dal minimo di agosto 2012) ed e' coerente con la previsione CSC di avvio della ripresa nel semestre in corso e di accelerazione in autunno. In settembre la produzione industriale sale dello 0,4% (stime CSC), dopo il -0,3% di agosto, cosicche' il 4* trimestre parte con un abbrivio di +0,2% e migliorano anche i giudizi sugli ordini interni (-43 da -46) oltre a quelli esteri (-16 da -20). In agosto: l'aumento dei volumi di fatturato (+0,8% su luglio) conferma il risveglio della domanda; l'attivita' edile e' +7,9% sopra i minimi di marzo. Per Confindustria estano buone le prospettive di incremento dell'export: la componente ordini esteri del PMI (55,5 in settembre, da 55,8 in agosto, massimo da aprile 2011) e le aspettative sulla domanda estera delle imprese industriali (+2,8 punti nel 3* trimestre, indagine Banca d'Italia-Il Sole 24 Ore). Tuttavia, la performance debole nei primi otto mesi e il freno costituito dalla dinamica sfavorevole del CLUP e dall'apprezzamento dell'euro mettono in forse le stime di incremento nel 2013. Frena poi per la confederazione degi industriali il deterioramento del mercato del lavoro in Italia. Il numero di occupati e' rimasto stabile nei mesi estivi. In agosto l'aumento dei disoccupati (+1,4%, a 3 milioni 127mila unita', massimo storico) e' spiegato dall'espansione della forza lavoro (+0,2%). Cio' riporta il tasso di disoccupazione al 12,2% (+0,1 punti su luglio). Per i consumi ci sono indicazioni contrastanti.

L'indicatore ICC in volume e' rimasto invariato in agosto (+0,4% in luglio), ma le immatricolazioni di auto sono calate del 3,3% in settembre dopo il +2,7% in agosto. Il forte incremento della fiducia tra i consumatori anticipa maggiore spesa: in settembre l'indice e' salito a 101,1 (da 98,4 di agosto); sono migliorati giudizi (-58 da -66) e atte-se (-11 da -15) sulla situazione economica personale e le valutazioni sulle opportunita' attuali di acquisto di beni durevoli (-79; +37 punti da luglio). red/glr

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Bce
Bce inchioda i tassi a zero e proroga il Qe a tutto il 2017
Bce
Draghi: non vediamo euro a rischio da incertezza politica Italia
Ambiente
Italia rischia sanzioni Ue per mancato trattamento acque reflue
Ocse
Ocse, superindice in lieve aumento a ottobre ma in Italia -0,04%
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni