lunedì 23 gennaio | 08:09
pubblicato il 05/lug/2013 12:55

Crisi: Confesercenti, dato spesa famiglie drammatico ma nel 2013 crollo

(ASCA) - Roma, 5 lug - ''I dati dell'Istat sulla spesa delle famiglie confermano i ripetuti allarmi di Confesercenti sul crollo dei consumi. E purtroppo non e' finita: se non ci sara' una svolta di politica economica, alla fine del 2013 avremo perso altri 17 miliardi sul 2012, portando ad oltre 60 miliardi la diminuzione rispetto al 2007, anno precedente alla crisi''. Lo afferma la Confesercenti a commento del dato sulla spesa media delle famiglie nel 2012, diffuso dall'Istat.

''Bisogna uscire da questo tunnel degli orrori - prosegue Confesercenti -. Serve allora una svolta con misure urgenti per la crescita. Occorre recuperare risorse per ritornare a crescere, e queste risorse possono venire solo da un taglio della spesa pubblica. Ieri avevamo commentato con soddisfazione l'intento del Governo di procedere, con un disegno di legge costituzionale, nell'abolizione delle province. Gia' oggi spuntano polemiche e resistenze. Questo e' quello che non si deve fare. C'e' bisogno invece che Governo e Parlamento non si facciano condizionare e agiscano su quella strada con coraggio e determinazione''.

com-sen/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Nuove postazioni di telemedicina italiana no profit in Africa
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4