domenica 04 dicembre | 07:38
pubblicato il 02/mar/2013 17:29

Crisi: Comitas (microimprese), subito pagamenti P.A.

(ASCA) - Roma, 2 mar - ''In base ai dati diffusi oggi dalla Cgia di Mestre, una impresa su due e' stata costretta nel 2012 a rateizzare le retribuzioni ai propri collaboratori, a causa di problemi di liquidita'. La situazione fotografata dalla Cgia evidenzia la grave crisi che stanno attraversando le piccole imprese del nostro paese, situazione che si riflette negativamente sui lavoratori e sull'occupazione in generale''. Lo afferma Comitas, l'associazione delle microimprese italiane.

''Il vero toccasana per ridare fiato all'economia, con effetto praticamente immediato, e' il pagamento dei debiti della Pubblica Amministrazione entro 30 giorni, accompagnato da una diluizione dei debiti tributari - spiega Comitas -. I residui passivi, le spese deliberate non attuate, assieme a debiti e a spese attuate e non pagate, superano nel complesso i 150 miliardi di euro. Solo pagando un terzo di queste somme il PIL crescerebbe con effetto moltiplicatore di quasi due punti e ritroverebbero lavoro lo 0,7% di disoccupati subito e un altro 0,4% entro un anno'', conclude Comitas.

com-ceg

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Energia
Elettricità, Cgia: per piccole imprese la più cara in Eurozona
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari