lunedì 20 febbraio | 22:01
pubblicato il 18/gen/2014 15:51

Crisi: Coldiretti, grave stop a lavoro cassaintegrati con voucher

Crisi: Coldiretti, grave stop a lavoro cassaintegrati con voucher

(ASCA) - Roma, 18 gen 2014 - ''Dopo l'allarme lanciato dalla Cgil e' ancora piu' grave l'impossibilita' di accesso al lavoro con i voucher nel 2014 da parte di titolari di trattamenti di sostegno al reddito come i cassaintegrati che cosi' perdono la possibilita' di poter contare su di un prezioso strumento di integrazione al reddito''. E' quanto afferma la Coldiretti nel commentare l'allarme della Cgil sulla presenza di oltre 515.000 lavoratori in cassa Integrazione a zero ore nel 2013, che hanno registrato una perdita complessiva di oltre 4,125 miliardi di euro, ovvero 8mila euro in meno in busta. ''L'utilizzo dei voucher - sottolinea la Coldiretti - offre molteplici occasioni di lavoro nelle campagne nelle fasi di preparazione, gestione e raccolta delle coltivazioni a beneficio sia dei cassintegrati che delle imprese agricole''. Il presidente della Coldiretti Roberto Moncalvo ha scritto al Ministro del Lavoro e Politiche Sociali Enrico Giovannini e ai presidenti delle Commissioni Lavoro di Camera e Senato per denunciare che ''ci ritroviamo di fronte ad una deprecabile situazione di empasse dinnanzi ad un vuoto normativo generato dalla mancata proroga, ovvero stabilizzazione, della misura sperimentale per l'accesso al lavoro accessorio da parte di titolari di trattamenti di sostegno al reddito''. ''Fermo restando quindi quanto gia' previsto per il solo settore pubblico (art. 7 comma 2 lett. f del decreto-legge 28 giugno 2013, n. 76 convertito nella legge 9 agosto 2013, n. 99) comunque non operativo per mancata pubblicazione del previsto decreto ministeriale attuativo, viene ad oggi a mancare la possibilita' di impegno dei lavoratori cassaintegrati o comunque percettori di trattamenti di sostegno al reddito e quindi anche la possibilita' per questi soggetti e le loro famiglie di poter contare su di un prezioso strumento di integrazione al reddito'' scrive Moncalvo. Gli ultimi dati Istat sulla occupazione/disoccupazione e le continue crisi aziendali di molti settori produttivi '' impongono il superamento con stabilizzazione ed allargamento a tutti i settori produttivi dello strumento introdotto negli scorsi anni. Mi auguro quindi - conclude Moncalvo - che nelle more di un possibile allargamento anche al settore privato della stabilizzazione prevista dall'art. 7 comma 2 lett. f del decreto-legge 28 giugno 2013, n. 76, che quantomeno si possa contare su di una riconferma per l'anno 2014''.

com-brm/sam/ss

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pensioni
Pensioni, Boeri: pensare a giovani, alcuni privilegi da rivedere
Alitalia
Alitalia, Delrio: ci sono problemi seri, siamo preoccupati
Alitalia
Alitalia, sindacati: sciopero confermato, governo convoca azienda
Conti pubblici
Padoan: da migliori previsioni no impatto su manovra correttiva
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
Verona Fiere, Evoo Days, al via il primo forum per filiera olio
Turismo
Turismo, Alpitour amplia la rete su Andalusia e Costa del Sol
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
Onde gravitazionali, inaugurato a Cascina l'Advanced Virgo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia