domenica 19 febbraio | 12:46
pubblicato il 27/apr/2013 15:26

Crisi: Coldiretti, da aumento Iva ulteriore crollo vendite -3,8%

(ASCA) - Roma, 27 apr - Occorre scongiurare l'aumento Iva previsto per il primo di luglio 2013 per evitare ulteriori effetti depressivi sulle vendite che al dettaglio sono gia' crollate del 3,8 per cento nel primo bimestre dell'anno, con un calo del 2,9 per cento per gli alimentari e del 4,3 per cento per i non alimentari. E' quanto afferma la Coldiretti nel commentare l'analisi della Cgia di Mestre secondo la quale l'aumento dell'Iva costera' 103 euro a famiglia.

L'innalzamento dell'aliquota avrebbe ulteriori effetti depressivi sui consumi con risultati opposti a quelli che si intende ottenere sulle casse dello Stato. La Legge di Stabilita' - conclude la Coldiretti - ha posticipato l'aumento dell'Iva ordinaria dal 21% al 22% che scattera' dal primo luglio per alcuni prodotti di base come il vino che deve gia' fronteggiare un drammatico calo dei consumi interni che sono scesi a 22,6 milioni gli ettolitri nel 2012, il livello piu' basso dall'Unita' d'Italia. com-rba

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pensioni
Pensioni, Boeri: sistema sostenibile, altri vorrebbero copiarlo
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
"Benvenuto Brunello" Guida Rossa Michelin firma piastrella 2016
Turismo
Turismo, Alpitour amplia la rete su Andalusia e Costa del Sol
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
SpaceX, rinviato lancio del Falcon-9 dalla piattaforma Nasa 39-A
TechnoFun
Amazon, a tempo di record i lavori per nuovo centro vicino Roma
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia