domenica 22 gennaio | 17:24
pubblicato il 12/mar/2013 12:00

Crisi/ Coldiretti: Anche nel 2013 meno carne a tavola, -7%

"Con recessione cambiano abitudini alimentari degli italiani"

Crisi/ Coldiretti: Anche nel 2013 meno carne a tavola, -7%

Roma, 12 mar. (askanews) - Nel 2013 "è crollato il consumo di carne degli italiani", con un taglio del 7% su base annua delle macellazioni bovine nel primo bimestre. Lo afferma la Coldiretti sulla base di un'analisi diffusa dopo il rapporto Bes sul benessere equo e sostenibile realizzato da Istat-Cnel. "Uno degli effetti più evidenti della crisi - secondo gli agricoltori - è il cambiamento nelle abitudini alimentari degli italiani e a farne le spese è stata soprattutto la carne rossa". "Con la crisi - secondo un sondaggio sul sito Coldiretti.it - nel 2013 quasi un italiano su tre (32%) a pranzo consuma esclusivamente un piatto di pasta, che sazia di più e costa di meno, mentre solo il 18% dichiara di fare quotidianamente un pranzo completo con un primo, un secondo, un contorno e un dolce o un frutto".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Nuove postazioni di telemedicina italiana no profit in Africa
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4