lunedì 05 dicembre | 13:33
pubblicato il 16/lug/2011 11:47

Crisi/ Cisl: In primi 3 mesi occupati +0,5% grazie a donne

A giugno cig -20,1% rispetto a maggio

Crisi/ Cisl: In primi 3 mesi occupati +0,5% grazie a donne

Roma, 16 lug. (askanews) - Segnali di inversione di rotta nel mondo del lavoro nei primi tre mesi dell'anno. Secondo le analisi dell'osservatorio Cisl su ammortizzatori sociali e occupazione, nei primi tre mesi del 2011 gli occupati sono aumentati dello 0,5% (116.000 unità) sullo stesso periodo dello scorso anno, crescita dovuta quasi esclusivamente alla componente femminile. Dopo una caduta durata oltre tre anni, riferisce la Cisl, l'occupazione nell'industria in senso stretto manifesta un moderato recupero anno su anno (+1,5%, pari a 70.000 unità). Nelle costruzioni l'occupazione continua a ridursi in misura significativa (-5,3%, pari a -103.000 unità), mentre il terziario registra un nuovo risultato positivo in particolare nei comparti degli alberghi e ristorazione, servizi di informazione e comunicazione e, soprattutto, domestici e di cura. La crescita occupazionale complessiva interessa, dopo oltre un biennio, anche le figure lavorative a tempo pieno, seppur gli occupati a tempo parziale continuano a crescere. Nel primo trimestre 2011 l'aumento è del 2,3% (+78.000 unità) coinvolge sia gli uomini che le donne, ma è dovuto, in parte, a part-time involontario. La riduzione dei lavoratori con contratto a tempo indeterminato è molto contenuta (-0,1%, pari a -19.000 unità), continua, invece, a crescere il numero dei dipendenti a termine (+4,1,% pari a 84.000 unità). Per la prima volta dall'inizio del 2008, il numero dei disoccupati registra una riduzione su base annua. Al contrario il tasso di disoccupazione dei giovani tra 15 e 24 anni aumenta dal 28,8% del primo trimestre 2010 al 29,6%, con un picco del 46,1% per le donne del Mezzogiorno mentre cresce anche la popolazione inattiva. Quanto alla cassa integrazione, con 82,4 milioni di ore autorizzate a giugno si registra una diminuzione del 20,1% rispetto al mese di maggio 2011 (quando furono 103,2 milioni) e una analoga flessione del 20% rispetto a giugno 2010 (103,1 milioni). La flessione interessa tutte e tre le tipologie di cassa integrazione, ma è particolarmente significativa per la cassa straordinaria. L'effettivo utilizzo della Cig, nel primo quadrimestre 2011 è pari al 40%, confermando i comportamenti prudenziali delle imprese. La flessione delle ore autorizzate è più marcata nell'Italia settentrionale e in quella meridionale e nelle isole, più contratta nell'Italia centrale. "La riduzione finalmente significativa, delle richieste di cassa integrazione nel mese di giugno, insieme ai timidi positivi segnali di ripresa occupazionali, è un effetto della ripresa dell'attività produttiva, che va tuttavia verificato nei mesi a venire" commenta Giorgio Santini, segretario generale aggiunto della Cisl. "Nel frattempo - aggiunge - vanno attivate tutte le possibili misure per assecondare questi primi segnali positivi, a partire da un allargamento delle politiche attive a tutti i soggetti beneficiari di ammortizzatori sociali, e da un miglioramento qualitativo delle stesse, per tararle sulle effettive esigenze di occupabilità dei lavoratori e sui fabbisogni professionali delle imprese e per poter facilitare anche la rioccupazione dei lavoratori che non potranno rientrare nell'azienda di provenienza".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Cambi
Cambi, euro in calo sul dollaro ai minimi da 21 mesi
Titoli di Stato
Il rendimento del Btp 10 anni torna sopra il 2%
Pil
Pil, Istat: verso stabilizzazione ritmo di crescita dell'economia
Ferrero
Ferrero si 'mangia' i biscotti belgi Delacre
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari