domenica 04 dicembre | 13:40
pubblicato il 09/apr/2013 12:26

Crisi: Centrella (Ugl), crollo potere acquisto famiglie non sorprende

(ASCA) - Roma, 9 apr - ''Chi si sorprende di fronte al crollo del potere d'acquisto o al reddito disponibile delle famiglie e' in cattiva fede, perche' l'Ugl denuncia tale progressivo impoverimento almeno dall'entrata dell'euro in poi e da quasi altrettanto tempo ha sempre chiesto a governi di qualsiasi colore l'introduzione del quoziente familiare''. Lo dichiara il segretario generale dell'Ugl, Giovanni Centrella, commentando la pubblicazione del ''Reddito e risparmio delle famiglie e profitti delle societa''' dell'Istat. ''Se il mercato interno - aggiunge il sindacalista - e' in una stasi quasi irreversibile, lo dobbiamo anche ad una scellerata politica economica perpetrata per anni e votata al rigore, fatta di tasse e di tariffe scaricate sul ceto-medio basso, cioe' su coloro che vivono di solo reddito da lavoro o da pensione, senza compensazioni concrete o sufficienti ne' da un punto di vista salariale ne' fiscale''. ''Visto che non si possono mettere soldi in tasca direttamente alle persone e considerata la crisi dilagante - conclude Centrella -, l'unico modo per risollevare le famiglie dal loro stato di difficolta', aiutando cosi' anche la nostra economia, e' attraverso una riforma fiscale che introduca il famoso quoziente familiare inizialmente a favore dei nuclei piu' numerosi monoreddito o bireddito''.

com-sen/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Energia
Elettricità, Cgia: per piccole imprese la più cara in Eurozona
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari