sabato 21 gennaio | 18:34
pubblicato il 28/lug/2011 10:21

Crisi/ Camusso: Serve una scossa, il governo non si rende conto

L'appello dà il segnale di quano sia grave la preoccupazione"

Crisi/ Camusso: Serve una scossa, il governo non si rende conto

Milano, 28 lug. (askanews) - La lettera firmata ieri da tutte le parti sociali "dà il senso della gravità, di cui tutte le parti sociali sono consapevoli ma di cui il governo non si rende conto visto che ha ripreso a parlare d'altro". E' quanto dice il segretario generale della Cgil, Susanna Camusso, in un'intervista al quotidiano 'la Repubblica'. Se fosse stato per noi - osserva il numero uno della Cgil - non è da ora che chiediamo al governo di andarsene. La nota (firmata ieri dalle parti sociali, ndr) è frutto di una mediazione ma dà il segnale di quanto sia grave e generalizzata la preoccupazione per questo quadro economico". C'è solo il vuoto - aggiunge la Camusso - Tremonti dopo la manovra è sparito dalla scena. E il governo che dice, che pensa delle azioni della Ue o delle conseguenze della situazione americana?"

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Carrefour
Carrefour annuncia 500 esuberi e i sindacati preparano scioperi
Alimenti
Obbligo di indicazione di origine sui latticini: ecco il vademecum
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4